Cesare Segre

È professore emerito di Filologia romanza nell’Università di Pavia. Socio nazionale dell’Accademia dei Lincei e della Crusca, è presidente onorario della International Association for Semiotic Studies e della Société Rencesvals pour l’Etude de l’Epopée Romane. Ha allestito edizioni critiche di testi medievali e rinascimentali, come Li Bestiaires d’Amours di Richart de Fournival (1957), l’Orlando furioso (1960), Il Libro de’ Vizi e delle Virtudi di Bono Giamboni (1968), la Chanson de Roland (1971) e le Satire di Ariosto (1987). Condirige le riviste «Strumenti critici», «Medioevo Romanzo» e «Autografo». Tra i suoi volumi principali si ricordano: Lingua, stile e società (1963), Esperienze ariostesche (1966), I segni e la critica (1969; 2008), Le strutture e il tempo (1974), La tradizione della Chanson de Roland (1974), Semiotica, storia e cultura (1977), Semiotica filologica (1979), Intorno alla linguistica (1983), Teatro e romanzo (1984), Avviamento all’analisi del testo letterario (1985), Fuori del mondo (1990), Intrecci di voci (1991), Due lezioni di ecdotica (1991), Notizie dalla crisi (1993), La letteratura italiana del Novecento (1998), Ecdotica e comparatistica romanze (1998). Tra le ultime pubblicazioni, i volumi La pelle di San Bartolomeo (2003), Tempo di bilanci. La fine del Novecento (2005), Forte come la morte è l’amore. Tremila anni di poesia ebraica (2007) e Dai metodi ai testi. Varianti, personaggi, narrazioni, una raccolta di studi pubblicata in occasione del suo ottantesimo compleanno (2008).

4 libri in elenco