Maria Rosaria Stabili

Maria Rosaria Stabili è professore ordinario di Storia dell’America latina presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Roma Tre. Fa parte del direttivo della SIS. I suoi campi di ricerca sono la storia politica e sociale del Cono sud americano nei secoli XIX e XX con particolare attenzione alla storia delle élites, dei movimenti sociali, dei diritti umani e alla storia di genere. Si dedica altresì ai problemi teorici e metodologici relativi alle fonti orali e al rapporto tra storia e memoria. Tra le sue pubblicazioni più recenti segnala: Il movimento delle madri in America latina, in S. Bartoloni (a cura di), Donne e diritti umani, Manifestolibri, Roma 2002; “La donna nuova”.El movimiento pro-emancipación de la mujer chilena, 1932-1983,in C. Giorcelli, Donne d’ America, Ila Palma, Palermo 2003; El sentimiento aristocratico. Elites chilenas frente al espejo (1860-1960), Editorial Andrés Bello, Santiago de Chile, 2003; (a cura di) Entre Historias y Memorias. Los desafíos metodológicos del legado reciente de America Latina, Iberoamericana- Verveurt, Madrid -Francoforte, 2007; Le “verità ufficiali”. Transizioni politiche e diritti umani in America Latina, Nuova Cultura, Roma 2008; Esilio, migrazione o diaspora? Cilene in Italia e Gran Bretagna, C.Giocelli.C. Cattarulla (a cura di), Lo sguardo esiliato. Cultura europea e cultura americana tra delocalizzazione e radicamento, Loffredo Editore University Press, Napoli 2008; (a cura di), Violenze di genere. Storie e memorie nell’America Latina di fine Novecento, Edizioni Nuova Cultura, Roma, 2009, Troppa memoria e poca storia? A proposito degli «archivi sensibili» in America latina, in “Contemporanea”, a.XIV, n.2, aprile 2011; Luces y sombras de la larga transición chilena, in E. Rey Tristán y P.Cagiao Vila (coord.), Conflictos, memoria y pasados traumáticos. El Salvador contemporáneo, Imprenta Universitaria, Santiago de Compostela, 2011.

e-mail: stabili@uniroma3.it

4 libri in elenco