Il movimento del ’77

Radici, snodi, luoghi

a cura di Monica Galfré e Simone Neri Serneri
Collana: I libri di Viella, 306
Pubblicazione: Dicembre 2018
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 324, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833130866
€ 28,00 -15% € 23,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,80
Edizione digitale
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788833132754
€ 16,99
Acquista Acquista Acquista

Fratello minore del ’68, detonatore degli anni di piombo, incubatore del “riflusso”, irripetibile spazio liberato? Sfuggente a ogni definizione univoca e luogo di contraddizioni non componibili, disperato e radicale – nonostante l’insistito ricorso all’ironia e al paradosso – come solo i momenti di passaggio sanno essere, il movimento del ’77 fu effige della transizione epocale che avrebbe traghettato il paese dal secolo breve agli incerti lidi della postmodernità.
Una peculiarità tutta italiana, al termine di un decennio, i Settanta, che rappresentò un tornante decisivo della modernizzazione culturale e civile, ma nel quale i conflitti sociali, la violenza politica e i fenomeni eversivi di destra e di sinistra raggiunsero livelli imparagonabili al resto d’Europa.
Frutto di ricerche storiche originali, i saggi qui raccolti gettano nuova luce – affrontandone gli snodi politici, le peculiarità culturali, le articolazioni territoriali – su un movimento collettivo che si confrontò frontalmente e drammaticamente, senza alcuna ipocrisia, con la crisi che investiva i fondamenti politici e ideali della società di massa del Novecento.

  • Monica Galfré, Simone Neri Serneri, Per una storia del movimento del ’77. Introduzione
  • Storie, culture, prospettive
    • Monica Galfré, «Senza passato né futuro». Il difficile rapporto del ’77 con la storia
    • Simone Neri Serneri, Il ’77 e il lungo ’68 italiano
    • Mario G. Rossi, Il movimento del ’77 nella politica italiana
    • Barbara Armani, Il lungo ’77. L’esperienza del movimento come anticipazione del “nuovo”
    • Paola Stelliferi, Il 1977 nel femminismo italiano
    • Alessio Gagliardi, Nella crisi della società del lavoro
    • Anna Tonelli, Feste, balli, letture. L’altra faccia del ’77
    • Luca Falciola, La generazione introvabile. Destra radicale e movimento del ’77
  • Pluralità territoriali
    • Alberto Pantaloni, Torino. L’eredità di Lotta continua tra crisi e violenza
    • Davide Serafino, Ma chi ha detto che (non) c’è? L’anomalo ’77 genovese
    • Roberto Villa, Dare voce alla sconfitta. Le radio, le piazze e le fabbriche a Bergamo
    • Andrea Tanturli, Alla periferia di un movimento. Il caso fiorentino
    • Domenico Guzzo, Roma. La chimera insurrezionale e la fine dell’illegalità di massa
    • Luca Cirese, «Riprendiamoci la vita». I circoli proletari giovanili di Milano, Torino, Roma
  • Democrazia, violenza e repressione
    • Roberto Colozza, Il ’77 italiano a Parigi. Reti, percezioni e mobilitazioni
    • Valentina Casini, Il Partito comunista e il ’77
    • Marco Grispigni, “Il salto di qualità”. La violenza di strada e i suoi attori
    • Andrea Baravelli, Difendere Padova! Violenza urbana e azione delle forze dell’ordine
    • Enzo Fimiani, Dall’altra parte della piazza. Il I reparto Celere a Roma nel 1977
  • Indice dei nomi
  • Gli autori
Forse ti interessa anche