Fra le mura della modernità

Le rappresentazioni del limite dal Cinquecento ad oggi

a cura di Lina Scalisi e Carlos José Hernando Sánchez
Collana: I libri di Viella, 342
Pubblicazione: Dicembre 2019
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 428, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833132587
€ 38,00 -15% € 32,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 32,30

Nelle prime decadi del secolo XX, quando s’infranse la geografia storica delle Annales e la nuova scienza della geopolitica stimolò l’interesse per i confini territoriali, si rinforzò l’associazione tra frontiere e mura: tema letterario per esprimere l’isolamento dell’uomo contemporaneo. Prima del tempo delle certezze geometriche, quando la misura era una sfida e il potere si fondava nelle verità trascendenti, il semplice fatto di pensare il confine era, infatti, un’affermazione di forza capace di riunire le più diverse risorse e interessi. Ciò perché il fare politica d’antico regime era uno stare sempre all’erta che richiedeva di moltiplicare le sentinelle di pietra e di carta.

Un richiamo prezioso cui guarda questo volume per riflettere sulla storia del confine come asse e trappola di una modernità tanto discussa come le sue stesse frontiere.

  • Carlos José Hernando Sánchez, Los muros del mundo: construcción y límites de las fronteras
  • Lina Scalisi, Dei confini infranti e delle frontiere immateriali. Rappresentazioni, discorsi, pratiche
  • Fra le mura della modernità
    • Elisa Novi Chavarria, I limiti della nazione. I confini della appartenenza identitaria spagnola nelle istituzioni della Monarquía (secc. XVI-XVII)
    • José Antonio Guillén Berrendero, Heráldica y nobleza en la Monarquía de España: el vocabulario sobre el honor como frontera social (s. XVII)
    • Luis Ribot, Iniciativas antiespañolas de los rebeldes mesineses exiliados. Los contactos con turcos y berberiscos (1678-1682)
    • Carlo Bitossi, I confini dell’oligarchia. Allargamenti e delimitazioni del ceto dirigente a Genova (secc. XV-XVIII)
    • Cinzia Recca, Discorsi di frontiera. Eleonora de Fonseca Pimentel nella Napoli rivoluzionaria
    • Silvia D’Agata, Appartenenze multiple: i casamientos nella politica degli Austrias. Susanna Gonzaga, Aloisia Luna e Vega e Giovanna d’Austria
    • Lavinia Gazzè, «Para crecer en la unión y amor mutuo». Politiche di mediazione sociale e religiosa della Compagnia di Gesù in Sicilia (1548-1565)
  • Le rappresentazioni del limite
    • Carlos José Hernando Sánchez, Fronteras de piedra y de tinta: las fortificaciones como imagen de la Monarquía de España
    • Alicia Cámara Muñoz, «Las plantas y lo que dizen los que lo han visto». Espías en Argel en el reinado de Felipe II
    • Isabel Enciso Alonso-Muñumer, Los límites del ceremonial y espacio urbano en la Nápoles virreinal: del centro de corte a la proyección popular
    • Salvatore Bottari, Il “turco” come nemico: fluttuazioni di una rappresentazione nella cultura figurativa e letteraria veneziana (secc. XV-XVI)
    • Manfredi Merluzzi, La rappresentazione del conflitto nelle aree di frontiera messicane (secc. XVI-XVII)
    • Antonio Bravo-Nieto, Una fortificación de origen francés en el Rif: el castillo de Albuzemas (s. XVII)
    • Stefania De Vincentis, Muri virtuali. I musei e le tecnologie digitali per la condivisione e la ricostruzione del patrimonio culturale. Progetti espositivi e progetti europei
  • Ripensare le frontiere oggi
    • Pinella Di Gregorio, Ripensare la Geopolitica: storia, metodi, prospettive
    • Giovanni Gozzini, La nuova divisione globale del lavoro
    • Stefano Magagnoli, Le frontiere del cibo: scambio, identità, metissaggi
    • Salvatore Adorno, I limiti del pianeta. Note e appunti sull’Antropocene
    • Pina Travagliante, Liberismo e protezionismo nell’era della globalizzazione
    • Salvatore Spina, Porti di frontiera: il caso di Riposto
  • Indice dei nomi
  • Gli autori

Renè Magritte, Le Château des Pyrénées, 1959. The Israel Museum, Gerusalemme.

Forse ti interessa anche