La politica dell’evidenza nel Trecento fiorentino

Pittura e immaginario pubblico

Klaus Krüger
traduzione di Viviana Chilese
Collana: La storia dell'arte. Temi, 4
Pubblicazione: Novembre 2020
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 112, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833133195
€ 25,00 -5% € 23,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,75

Nel corso del Trecento, le immagini diventano sempre più parte integrante del discorso politico e dell’azione pubblica, con una capacità di impatto visivo senza precedenti. Sulle facciate delle piazze urbane, in palazzi comunali, in chiese o conventi, in edifici di arti e confraternite, le pitture acquisiscono un potere enorme, “interagendo” con riunioni, rituali o cerimonie e raffigurando una realtà in cui i vari gruppi sociali potevano riconoscersi.

Un fenomeno tanto complesso solleva questioni di vasta portata. In che modo le immagini raffigurarono argomenti politici teorici e astratti, questioni di giurisdizione, affari di governo, restando al contempo fedeli al nuovo paradigma “realistico” di Giotto? E quale importanza ebbe il postulato della “bellezza” e del valore estetico, sempre più richiesto dall’élite di committenti ricchi e politicamente potenti?

In questo saggio sull’efficacia politica delle immagini e il loro significato costitutivo per l’immaginazione sociale nell’età di Giotto e Dante, Klaus Krüger svela al lettore un affascinante palcoscenico, centrale nella storia dell’arte italiana alla vigilia del Rinascimento.

  • Premessa
  • Introduzione
  • 1.  Il regime dello sguardo nello spazio pubblico
  • 2.  «Vedere ed intendere chiaro»: evidenza pittorica e performance
  • 3. «Annullata fu»: metamorfosi dell’evidenza
  • 4.  «Plena est gratia»: immagine e body politic
  • 5.  «Concordia, aequalitas»: rappresentazione e presenza simbolica
  • 6. «Opinio publica»: politica dell’evidenza come procedura della distinzione
  • 7.  «Ad perpetuam memoriam»: immagine, politica e storia
  • 8.  «Memoria del difetto»: evidenza difficoltosa
  • 9. Evidenza applicata
  • Indice dei nomi

In copertina: La cacciata del Duca d’Atene, 1344/45. Firenze, Museo di Palazzo Vec­chio.

Klaus Krüger

Klaus Krüger insegna Storia dell’arte presso la Freie Universität di Berlino ed è stato visiting professor a Parigi (EHESS), New York (Columbia University), Vienna (IFK) e Roma (Bibliotheca Hertziana). Tra le sue pubblicazioni recenti: Grazia. Religiöse Erfahrung und ästhetische Evidenz (Göttingen 2016) e Bildpräsenz – Heilspräsenz. Ästhetik der Liminalität (Göttingen 2018).

Forse ti interessa anche