Femminismo al lavoro

Come le donne hanno cambiato il sindacato in Italia e in Francia (1968-1983)

Anna Frisone
Collana: I libri di Viella, 368
Pubblicazione: Novembre 2020
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 300, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833134857
€ 28,00 -5% € 26,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 26,60

Il volume indaga l’impegno femminista degli anni Settanta, declinato nel contesto della lotta sindacale e dei diritti del lavoro, attraverso una nuova prospettiva di ricerca costruita a partire da numerose interviste inedite alle protagoniste di una stagio­ne capace di modificare profondamente la società dell’epoca.

L’autrice sviluppa una ricerca comparata tra Italia e Francia, mettendo al centro l’esperienza finora trascurata del femminismo sindacale, stretto tra forze diverse (quali i collettivi femministi radicali e le centrali sindacali) ma motivato a trovare una sintesi importante per l’affermazione dei diritti delle lavoratrici. Attraverso queste pagine si snoda un’analisi capace di restituire profondità a movimenti politici cruciali e a una fase storica di grande complessità.

  • 1. Introduzione. Il movimento femminista e le lotte del lavoro
    • 1. Impianto della ricerca e indagine “trans-locale”
    • 2. Il femminismo sindacale
    • 3. Stato dell’arte
    • 4. Terminologia: prestiti transnazionali
    • 5. Dialogo, memoria, intersoggettività
  • 2. Il femminismo sindacale in Italia: i tre casi del “triangolo industriale”
    • 1. Torino: dentro il movimento delle donne
    • 2. Genova: un coordinamento inclusivo
    • 3. Milano: percorsi diversi tra spontaneità e organizzazione
  • 3. Il femminismo sindacale in Francia
    • 1. Parigi: l’impegno delle sindacaliste a livello nazionale
    • 2. Lione: esperimenti “trasversali” all’incrocio tra protagonismo femminile e rigidità sindacali
  • 4. Al di là dei confini: differenze, similitudini e legami transnazionali
    • 1. Il contesto sindacale e politico
    • 2. Origine dell’impegno militante, appartenenze multiple e cronologie
    • 3. Le strutture del femminismo sindacale: coordinamenti donne e commissions-femmes
    • 4. Pattern generazionale e morfologia delle strutture femminili sindacali
    • 5. Legami con le altre componenti del movimento delle donne
    • 6. La manifestazione come topos
    • 7. Legami transnazionali
  • 5. Conclusioni
    • 1. Nuove cronologie
    • 2. Il protagonismo dei cattolici progressisti
    • 3. Un patrimonio transnazionale di scritti femministi
    • 4. Influenza ed esiti del femminismo sindacale
  • Appendici
    • 1. Intervista a Margaret Maruani
    • 2. Schede delle interviste
    • 3. In archivio. Stampa sindacale femminile e uso delle immagini
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi di persona

In copertina: Operatrice al tornio impegnata nella lavorazione di componenti per aerei da trasporto presso lo stabilimento della Consolidated Aircraft Corporation (Fort Worth, Texas). Foto di Howard R. Hollem (1942).

Anna Frisone

Anna Frisone ha conseguito il dottorato in Storia Contemporanea dell’Istituto Universitario Europeo e proseguito le sue ricerche presso le università di Bologna, Berkeley e Parigi (Sciences Po). Si occupa, all’incrocio tra fonti orali ed archivistiche, di storia del lavoro e storia di genere, con particolare attenzione all’impegno politico delle donne negli anni Settanta.

Forse ti interessa anche
  • Tra collaborazione e diritti umani
    a cura di Elisabetta Bini e Elisabetta Vezzosi
    2020, pp. 184
    € 25,00 -5% € 23,75
  • 1917: la rivoluzione contro lo zar e la nascita del culto del vožd’, capo del popolo
    Boris Kolonickij
    2020, pp. 416 + 28 pp. ill. b/n
    € 39,00 -5% € 37,05
  • Ospedali e culture delle nazioni nella Monarchia ispanica (secc. XVI-XVII)
    Elisa Novi Chavarria
    2020, pp. 212
    € 25,00 -5% € 23,75
  • Storie di migrazione tra Lombardia e Grigioni nel secondo dopoguerra
    Francesca Nussio
    2020, pp. 538 pp + 16 pp. ill.
    € 39,00 -5% € 37,05