Le vittime italiane del nazionalsocialismo

Le memorie dei sopravvissuti tra testimonianza e ricerca storica

a cura di Filippo Focardi
Collana: I libri di Viella, 393
Pubblicazione: Giugno 2021
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 352, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833138169
€ 30,00 -5% € 28,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 28,50
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788833139197
€ 17,99
Acquista Acquista Acquista

Oltre cento videointerviste a italiane e italiani sopravvissuti alla violenza nazista e fascista negli anni dell’occupazione tedesca – ebrei, deportati politici, internati militari, lavoratori coatti, partigiani – sono il frutto di un progetto di ricerca finanziato dal Fondo italo-tedesco per il futuro e realizzato presso il Dipartimento di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali dell’Università di Padova. Ogni intervista rappresenta un patrimonio prezioso e unico di memoria, che racconta le esperienze vissute da persone travolte dalla violenza della guerra e dalle politiche criminali di repressione e sterminio del nazifascismo. Non solo dunque una delle ultime occasioni per dare voce alle vittime, ma anche una grande opportunità di approfondimento e analisi scientifica affidati ai più qualificati contemporaneisti.

A partire dai materiali raccolti, il volume propone una riflessione sulla figura e il ruolo del testimone, sulle interazioni fra memorie individuali, familiari, locali e memoria pubblica nazionale relativa alla seconda guerra mondiale.

  • Filippo Focardi, Introduzione
  • Prima parte. Il progetto di ricerca «Le vittime italiane del nazionalsocialismo: le memorie dei sopravvissuti. Conoscere, ricordare, diffondere»
    • Roberta Mira, Vittime e testimoni tra silenzi e ripresa della parola
    • Matteo Stefanori, Le testimonianze come racconti di sé stessi: essere e sentirsi vittime del nazifascismo
    • Toni Rovatti, Stratificazioni della memoria. L’evoluzione del racconto sulle stragi naziste in Italia tra continuità e cesure (1994-2020)
    • Federico Goddi, Guerra e prigionia nella memoria degli internati militari italiani: quadri collettivi e vicende individuali
    • Simona Salustri, Memoria e racconto. Usi pubblici e usi didattici della testimonianza orale
    • Amedeo Osti Guerrazzi, Cronologia e geografia della memoria. Le violenze nazifasciste nella storiografia e nella pubblicistica italiane
  • Seconda parte. Memoria e testimonianza tra ricerca storiografica e narrazione pubblica
    • Giovanni Contini, Dopo. Deportazione e stragi: un trauma che non passa
    • Gabriella Gribaudi, Memorie riemerse, memorie in conflitto. La complessa elaborazione delle memorie di guerra nel Mezzogiorno
    • Liliana Picciotto, Memoria, storia di un film memorabile
    • Santo Peli, Memorie partigiane, storie della Resistenza, identità nazionale: intersezioni
    • Luciano Zani, Internati e resistenti
    • Brunello Mantelli, Restituire a ciascuno la propria storia. I lavoratori italiani nell’economia di guerra della Germania nazionalsocialista
    • Lutz Klinkhammer, Memorie narrabili e storie dimenticate. Voci di deportati tra Italia e Germania
    • Carlo Gentile, Le memorie dei perpetratori: rimozione, rivendicazione, cordoglio
  • Indice dei nomi

In copertina: eccidio di Malga Zonta (Folgaria, Trento), 12 agosto 1944. Trento, Fondazione del Museo storico del Trentino

Forse ti interessa anche