La misura dell’inatteso

Ebraismo e cultura italiana (1815-1988)

Alberto Cavaglion
Collana: La storia. Temi, 100
Pubblicazione: Maggio 2022
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 272, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833138350
€ 28,00 -5% € 26,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 26,60
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9791254690376
€ 16,99
Acquista Acquista Acquista

«Noi studiamo il mutamento perché siamo mutevoli», scriveva il grande storico dell’età classica Arnaldo Momigliano. «A causa del mutamento la nostra conoscenza non sarà mai definitiva: la misura dell’inatteso è infinita».

Questo libro affronta il rapporto mutevole fra ebrei e cultura italiana in un arco cronologico inconsueto: dalla Restaurazione al cinquantenario delle leggi razziali, quando si chiude una stagione e se ne apre un’altra, quella dell’uso pubblico della storia nella quale siamo tuttora immersi.

I capitoli ruotano intorno a quei personaggi che sono stati capaci di oltrepassare la siepe nei rari momenti in cui il salto fu loro consentito: il primo sionismo, il modernismo, l’antifascismo e i conti con il fascismo, la battaglia per la libertà religiosa dopo il Concordato e l’art. 7 della Costituzione.

  • Introduzione
  • Parte I. Dal Risorgimento all’età giolittiana
    • 1. Il fondaco oscuro dei ricordi
    • 2. Un esempio di scrittura bambina
    • 3. 1848-1998. Il lungo cammino della libertà 
    • 4. I vecchi e i giovani
    • 5. Sillabari e grammatiche
    • 6. Dante e la cultura ebraico-italiana fra Otto e Novecento
    • 7. Tendenze nazionali e albori sionistici
    • 8. Il modernismo ebraico
    • 9. Cenobitismo
  • Parte II. Fascismo e antifascismo
    • 10. Ebrei e antifascismo
    • 11. «Il mio poeta». Eugenio Colorni, Umberto Saba e la psicoanalisi
    • 12. In qualsiasi luogo 
    • 13. «Libero» esercizio del culto o «comunità isolata»? L’opinione di Piero Sraffa
    • 14. Camillo Berneri e il «delirio razzista»
  • Parte III. Fare i conti con il fascismo
    • 15. L’Italia della razza s’è desta
    • 16. Gli ebrei e l’occupazione italiana della Francia meridionale (1940-1943)
    • 17. Il sole dei poveri 
    • 18. Giorgio Bassani e la storia
    • 19. Arnaldo Momigliano e «la misura dell’inatteso» 
  • Appendice
    • Dodici lettere di Arnaldo Momigliano (1982-1986)
  • Nota ai testi
  • Indice dei nomi

In copertina: Dani Karavan, Untitled (1989), Kunstsammlung Nordrhein-Westfalen, Düsseldorf.

Alberto Cavaglion

Alberto Cavaglion insegna Storia dell’Ebraismo presso l’Università di Firenze e fa parte del comitato scientifico del Meis. Nel 2005 con il libro La Resistenza spiegata a mia figlia (L'ancora del Mediterraneo) ha vinto il Premio Lo Straniero (dal 2015 è nei Tascabili Feltrinelli). Tra i suoi lavori più recenti: Verso la Terra promessa. Scrittori italiani a Gerusalemme da Matilde Serao a Pier Paolo Pasolini, Roma, Carocci 2016; Guida a ‘Se questo è un uomo’, Carocci, 2020 e Decontaminare le memorie. Luoghi, libri, sogni, Add editore, 2021.

Forse ti interessa anche