Qishloq

Il secolo sovietico in una valle dell’Asia centrale

Sergej Abašin
Presentazione di Niccolò Pianciola
Traduzione di Emanuela Guercetti
Collana: I libri di Viella, 420
Pubblicazione: 2022
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 380, ill., 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833138626
€ 29,00 -5% € 27,55
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 27,55

Con questa microstoria di un grosso villaggio (qishloq, in uzbeko) collocato in territorio tagiko nella valle del Fergana, ma abitato da uzbeki, il più importante antropologo russo specialista di Asia Centrale fornisce uno sguardo interpretativo nuovo sull’intera storia sovietica.

Attraverso un lavoro etnografico e archivistico portato avanti fin dagli anni del crollo dell’URSS, Sergej Abašin analizza le gerarchie sociali e la loro evoluzione, il cambiamento culturale, le trasformazioni economiche e la politica locale. Emergono così i significati che abitanti così lontani dal centro dello stato attribuivano alla propria “sovieticità” e la loro appropriazione delle istituzioni sovietiche.

Grazie a una ricerca che coniuga esemplarmente storia e antropologia, lo “sguardo locale” di Abašin trasmette al lettore tutta la ricca complessità di relazioni sociali, culturali e di potere che, durante il Novecento, ridefinirono cosa significasse considerarsi musulmani, uzbeki, comunisti. Questo libro è una pietra miliare nell’antropologica storica sia dell’Asia Centrale sia, più in generale, dello spazio ex sovietico.

Volume pubblicato in collaborazione con l’associazione Memorial-Italia, creata a Mosca negli anni Ottanta. Il suo terreno d’azione è la memoria delle violazioni dei diritti umani e la difesa dei diritti oggi, con particolare attenzione alla storia dell’Unione sovietiac e alla Russia postsovietica.

  • Niccolò Pianciola, L’Unione Sovietica vista da un villaggio centroasiatico
  • Introduzione
  • 1. Il qo‘rboshi
  • 2. Il piccolo Stalin
  • 3. Il kolchoz ideale
  • 4. La nascita dell’ospedale di Ošoba
  • 5. Il mahalla
  • 6. La logica pratica dell’Islam
  • 7. Le nozze dei giovani comunisti
  • Conclusioni
  • Glossario
  • Sigle e abbreviazioni
  • Cartine

Sergej Abašin

Sergej Abašin, professore di antropologia all’Università Europea di San Pietroburgo, è autore di numerosi studi di antropologia e storia dell’Asia Centrale. Qishloq, pubblicato in Russia nel 2015 e frutto di due decenni di studi, è la sua opera maggiore.

Forse ti interessa anche
  • Movimento bianco e Guerra civile nella Russia del nord, 1917-1920
    Liudmila G. Novikova
    2015, pp. 424
    € 29,00 -5% € 27,55
  • La vita quotidiana nella regione degli Urali 1917-1922
    Igor’ Narskij
    2018, pp. 424
    € 36,00 -5% € 34,20
  • Consumi e strategie di sopravvivenza nella Russia di Stalin, 1927-1941
    Elena Aleksandrovna Osokina
    2019, pp. 400
    € 39,00 -5% € 37,05
  • La Russia, la rivoluzione e la memoria (1917-2017)
    Maria Ferretti
    2019, pp. 356
    € 32,00 -5% € 30,40