Gustaw Herling e il suo mondo

La Storia, il coraggio civile e la libertà di scrivere

a cura di Andrea F. De Carlo e Marta Herling
Collana: Alia, 17
Pubblicazione: Luglio 2022
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 432, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788833138886
€ 35,00 -5% € 33,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 33,25
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9791254690628
€ 20,99
Acquista Acquista Acquista

Gustaw Herling è stato uno scrittore, pubblicista e saggista polacco, noto soprattutto per il libro Un mondo a parte che testimoniò la sua tragica esperienza in un gulag sovie­tico negli anni 1940-1942. Vissuto a lungo in esilio in Italia, dove il suo percorso è stato segnato dall’incontro con Croce e dal sodalizio con Silone e Chiaromonte nella rivista «Tempo presente», solo dopo la caduta del Muro di Berlino fu pienamente riconosciuto dal mondo culturale italiano. Nel 2019 è stato dedicato alla sua opera un volume dei «Meridiani»: Etica e letteratura. Testimonianze, diario, racconti.

Questo volume, che raccoglie gli Atti del festival letterario Napoli di Herling tenutosi nel 2019 nel centenario della nascita dello scrittore, consentirà al lettore italiano di cogliere sfaccettature talora inedite non solo dell’opera, ma altresì dell’uomo che in prima persona ha combattuto per i diritti e la libertà di donne e uomini dell’epoca in cui ha vissuto, segnata dal marchio delle ideologie totalitarie e dall’ombra incombente del Male.

  • Premessa di Łukasz Paprotny
  • Introduzione di Andrea F. De Carlo e Marta Herling
  • Interventi di apertura
    • di Anna Maria Anders, Natalino Irti, Lucio d’Alessandro, Elda Morlicchio, Renata Colorni, Gaetano Daniele
  • I. La Storia o il «secolo dei lupi»
    • Patrick Karlsen, L’anticomunismo di Gustaw Herling e il problema del male nel XX secolo
    • Paolo Morawski, Gustaw Herling-Grudziński e l’Europa: “diario” di una geocultura implicita
    • Giovanna Tomassucci, «Nel frattempo si bruciavano gli ebrei…». Alcune riflessioni sul rapporto di Gustaw Herling-Grudziński con l’ebraismo
  • II. Gustaw Herling: ritratto napoletano
    • Wojciech Karpiński, Ritorni a Paestum. Introduzione al Museo Immaginario di Gustaw Herling-Grudziński
    • Piotr Kłoczowski, Dorota Fortuna, L’inventario della biblioteca di Gustaw Herling-Grudziński a Napoli
    • Joanna Borysiak, Dall’archivio di Gustaw Herling: ritratto napoletano
  • III. Il coraggio civile
    • Krystyna Jaworska, Da Fontamara ai Fantasmi saraceni. Solitudine, sventura e solidarietà tra guerra e dopoguerra
    • Stefano De Matteis, Per non dimenticare «gli occhi asciutti degli adulti colpevoli»
    • Mariusz Wilk, Ercevo, il campo di prigionia
  • IV. La libertà di scrivere
    • Goffredo Fofi, Ricordare, raccontare: i percorsi italiani di Herling
    • Emma Giammattei, Herling in cammino nel XXI secolo
    • Tomasz Makowski, Leggendo Herling tra le generazioni
    • Zdzisław Kudelski, Che cosa significa essere uno scrittore?
    • Radosław Sioma, Il Golgota delle donne. Su Beata, santa di Gustaw Herling
    • Lech Dzierżanowski, Gustaw Herling-Grudziński e Roman Palester: storia di un’amicizia
  • V. Herling e gli scrittori italiani
    • Magdalena Śniedziewska, Gustaw Herling e Elsa Morante: poeti delle “piccole patrie”
    • Małgorzata Ślarzyńska, Cristina Campo e la ricezione di Gustaw Herling in Italia
    • Raoul Bruni, Małgorzata Ślarzyńska, Gustaw Herling e Elémire Zolla: tracce di un’amicizia
    • Édith de la Héronnière, Gustaw Herling lettore di Leonardo Sciascia
    • Witold Zahorski, L’immagine postuma di Gustaw Herling-Grudziński in Italia
  • VI. Testimonianze
    • Anna Bernhardt, Gustaw Herling-Grudziński nell’archivio dell’Istituto Letterario
    • Édith de la Héronnière, Una cosa tira l’altra
    • Wojciech Karpiński, Il campanaro di Santa Chiara
    • Titti Marrone, Controluce: il dialogo con Gustaw Herling
    • Józef “Żuk” Opalski, Un altro Herling (ricordi molto privati)
    • Silvio Perrella, La tazza di Gustaw
    • Piero Sinatti, Ricordo di Gustaw Herling
    • Vera Verdiani, Non vedere Napoli con Herling
  • Appendice
    • Gustaw Herling-Grudziński in dialogo con Basil Kerski. La responsabilità della letteratura
    • Per lo scoprimento della targa dedicata a Gustaw Herling-Grudziński (20 novembre 2012)
  • Profilo biografico di Gustaw Herling-Grudziński
  • Indice dei nomi
  • Gli autori

In copertina: Gustaw Herling a Nôtre Dame, Parigi, anni ’50. © Fot. Renato De Angelis.

Forse ti interessa anche