Una straziante incertezza

Internati militari italiani fra guerra, morte e riconoscimenti da parte della Repubblica

Gabriele Bassi, Nicola Labanca, Filippo Masina
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 309, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788833139876
€ 33,00 -5% € 31,35
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 31,35
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9791254690284
€ 19,99
Acquista Acquista Acquista

L’oblio e il silenzio sembrano essere caduti, nei decenni della Repubblica, sulla vicenda delle centinaia di migliaia di Internati militari italiani, cioè i soldati prigionieri dei tedeschi chiusi nei lager di prigionia o costretti al lavoro coatto fra il settembre del 1943 e la primavera del 1945: decine di migliaia vi persero la vita e i loro parenti incontrarono grosse difficoltà, dopo la guerra, per cercare di ottenere i giusti risarcimenti.

In questo volume gli autori, sulla base della consultazione di fonti inedite e di un uso innovativo di quelle già note, portano alla luce decine e decine di storie degli Imi morti e dei loro parenti, mostrando diverse modulazioni di «strazianti incertezze» che vissero sia i soldati nei luoghi di prigionia sia i loro cari in patria nell’attesa del loro ritorno, e persino i loro familiari affannatisi nel tentare di ottenere – a volta per decenni – un riconoscimento da parte dello Stato democratico.

  • Nicola Labanca, Morire nella Seconda guerra mondiale. Fra fascismo e Repubblica
  • Nicola Labanca, Reclutare, combattere, morire da Internati militari. Toscani in uniforme nella Seconda guerra mondiale
  • Gabriele Bassi, Una ricerca un poco meno impossibile di una volta. I caduti militari toscani nella Seconda guerra mondiale
  • Filippo Masina, Richiedere una pensione di guerra. Norme e prassi, uguaglianze e differenze nel caso degli Internati militari toscani
  • Cento storie di Internati militari toscani caduti, fra guerra e Repubblica
  • Indice dei nomi
  • Indice dei luoghi
  • Il Centro interuniversitario di studi e ricerche storico-militari

In copertina: disegno di Piero Ricci (Militare Internato nei Campi di prigionia tedeschi di Chestokowa, Deblin, Oberlangen, Wietzendorf) in carico al Museo Nazionale dell’Internamento, gestito dall’A.N.E.I./ Federazione di Padova.

Gabriele Bassi

Gabriele Bassi è stato assegnista di ricerca all’Università degli studi di Siena.

Nicola Labanca

Nicola Labanca insegna Storia contemporanea all’Università di Siena. Fra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo la curatela di Il nervo della guerra. Rapporti delle Militärkommandanturen e sottrazione nazista di risorse dall’Italia occupata (1943-1944), 3 voll. (Unicopli 2019) e, con Michele Di Giorgio, di Una cultura professionale per la polizia dell’Italia fascista. Antologia del “Magistrato dell’ordine” (1924-1939) (Unicopli 2021).

Filippo Masina

Filippo Masina è assegnista di ricerca all’Università degli studi di Siena.

Forse ti interessa anche