Cambiare le regole

Questioni di architettura e storia urbana nella Parigi di inizio Novecento

Giulia Mezzalama
Collana: Cliopoli, 2
Pubblicazione: Giugno 2014
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 240, ill. b/n, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867280773
€ 24,00 -5% € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,80
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867283705
€ 13,99
Acquista Acquista Acquista
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788867287864
€ 13,99
Acquista Acquista Acquista

Nella Parigi del primo Novecento un nuovo regolamento edilizio avvia la trasformazione della strada modificando l’aspetto della città e dei suoi fronti. Svincolando gli architetti dal rispetto delle antiche norme di allineamento e dagli ottocenteschi criteri di uniformità del disegno delle facciate, le nuove regole diventano occasione e incentivo per inedite soluzioni architettoniche che aprono la strada agli sviluppi dell’Art Nouveau e alle sperimentazioni in seguito codificate dal Movimento Moderno.

Il volume affronta le trasformazioni dell’architettura e della strada parigina all’interno della cultura architettonica che le ha prodotte, mettendo in luce dibattiti e protagonisti inediti della storia della città all’inizio del XX secolo. Ne emerge una storia di transizioni e cambiamenti in cui acquistano nuovi significati alcune tra le più rilevanti opere del primo Novecento parigino.

  • Premessa (p. 9)
  • 1. Un nuovo regolamento edilizio per Parigi: questioni e protagonisti (p. 15)
    • 1. Il rifiuto dell’haussmannizzazione e il pittoresco (p. 15). 2. Le regole urbane a Parigi. Dalla città di ancien régime alla revisione dei decreti tardo-ottocenteschi (p. 18). 3. La questione igienica (p. 28). 4. La definizione dei nuovi criteri di edificazione: il regolamento edilizio del 1902 (p. 37).
  • 2. I concorsi delle facciate a Parigi (1898-1914) (p. 51)
    • 1. Il concorso e l’“aspetto” della strada (p. 51). 2. Il concorso e il regolamento del 1902 (p. 59). 3. L’eleganza della sobrietà (p. 64). 4. Critiche e dibattito sull’architettura intorno ai concorsi per le facciate (p. 67).
  • 3. Fine di un sistema urbano (p. 81)
    • 1. Il regolamento “crea” volumi (p. 81). 2. «L’esthétique de la rue»: Gustave Kahn, Louis Bonnier e la metamorfosi della strada (p. 94). 3. La rottura della regola dell’allineamento (p. 114).
  • 4. A confronto con le regole. Sauvage, Perret, Le Corbusier: progetti bocciati (p. 133)
  • 5. Un nuovo modo di guardare la città: Parigi da altre “prospettive” (p. 153)
    • 1. Le critiche al nuovo regolamento edilizio (p. 153). 2. «L’urgenza di una soluzione». Louis Bonnier e la revisione dei decreti di allineamento (p. 162). 3. Eugène Hénard, Louis Bonnier e la Commission des perspectives monumentales (p. 169). 4. La conservazione del patrimonio architettonico: il Casier archéologique et artistique de la Ville de Paris (p. 179).
  • 6. Idee e proposte nel primo dopoguerra: verso la città funzionale (p. 187)
    • 1. Louis Bonnier e la revisione del regolamento nel primo dopoguerra (p. 187). 2. Grattacieli, piramidi e “megastrutture” a confronto con la città esistente (p. 190). 3. Dalla linea al volume. Progetti per un nuovo regola- mento edilizio (1928-1938) (p. 197). 4. Verso la città funzionale (p. 205).
  • Appendice. Louis Bonnier, La rue de Paris (p. 215)
  • Bibliografia (p. 225)
  • Indice dei nomi (p. 233)

Giulia Mezzalama

Giulia Mezzalama, architetto e dottore di ricerca in Storia e critica dei beni architettonici e ambientali, ha prodotto studi e pubblicazioni scientifiche sulla storia dell’architettura e della città tra Otto e Novecento, con particolare riferimento a Torino e Parigi. Ricercatore a contratto per il Politecnico di Torino, insegna Storia dell’architettura contemporanea e Storia del design presso l’isad di Milano e l’Università iaad di Torino.

Forse ti interessa anche