Signorie italiane e modelli monarchici (secoli XIII-XIV)

A cura di Paolo Grillo
Collana: Italia comunale e signorile, 4
Pubblicazione: Giugno 2013
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 360, ill. b/n, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867281107
€ 35,00 -15% € 29,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 29,75
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867282500
€ 23,99
Acquista Acquista Acquista
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788867282456
€ 23,99
Acquista Acquista Acquista

Una delle chiavi di lettura più fruttuose per analizzare l’avvento dei regimi signorili nelle città italiane è quella del contrasto fra il mandato popolare di cui molti domini inizialmente godevano e le ambizioni autocratiche di questi ultimi e delle loro famiglie, che li portarono spesso a travalicare gli originari limiti del loro potere in seno alle magistrature comunali.

Spesso, per analizzare questo passaggio, si è fatto ricorso a categorie politiche contemporanee, senza considerare che i comuni italiani erano un’eccezione repubblicana in seno a un Occidente quasi uniformemente monarchico. La personalizzazione e la dinastizzazione dei domini signorili rappresentavano dunque una sorta di omologazione dell’Italia centro-settentrionale al più ampio quadro euromediterraneo.

Attraverso l’analisi di una serie di esempi, questo volume vuole mettere in luce e approfondire proprio la perdurante influenza dei modelli e degli ideali monarchici nelle città italiane e l’uso che di questi modelli seppero fare i signori per consolidare e legittimare il loro governo.

  • Paolo Grillo, Introduzione (p. 7-17)
  • Andrea Zorzi, Ripensando i vicariati imperiali e apostolici (p. 19-43)
  • Patrizia Mainoni, Gabelle. Percorsi di lessici fiscali tra Regno di Sicilia e Italia comunale (secoli XII-XIII) (p. 45-75)
  • Paolo Grillo, Un imperatore per signore? Federico II e i comuni dell’Italia settentrionale (p. 77-100)
  • Riccardo Rao, Gli Angiò e l’importazione di modelli principeschi nell’Italia nord-occidentale (p. 101-123)
  • Gabriele Taddei, La coordinazione politica di Carlo I d’Angiò sulle città toscane. Modelli monarchici in terra di comuni (p. 125-154)
  • Francesco Pirani, «Ogni cosa unì col senno e con la spada». Modelli di potere nell’azione politica di Gil de Albornoz per lo Stato papale (p. 155-180)
  • Flavia Negro, Vescovi signori e monarchia papale nel Trecento (p. 181-204)
  • Patrizia Merati, Circolazione di modelli documentari fra l’Italia delle signorie e l’Europa delle monarchie (p. 205-233)
  • Lucia Travaini, Le aquile e i gigli, la scala e gli scudi. I segni del potere signorile sulle monete italiane tra Due e Trecento (p. 235-260)
  • Federica Cengarle, Tra maiestas Imperii e maiestas Domini: il vicariato composito di Galeazzo II Visconti (1354-1378) (p. 261-277)
  • Dario Canzian e Francesco Bianchi, I Carraresi fra modelli principeschi, identità cittadina e immagini del potere (p. 279-312)
  • Alma Poloni, Il trono del doge. Giovanni dell’Agnello signore di Pisa e di Lucca (1364-1368) (p. 313-339)
  • Indice dei nomi e dei luoghi (p. 341-358)
Forse ti interessa anche