Di generazione in generazione

Le italiane dall’Unità a oggi

A cura di Maria Teresa Mori, Alessandra Pescarolo, Anna Scattigno, Simonetta Soldani
Collana: Storia delle donne e di genere, 2
Pubblicazione: Marzo 2014
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 404, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867281602
€ 34,00 -15% € 28,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 28,90
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867284887
€ 21,99
Acquista Acquista Acquista
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788867284917
€ 21,99
Acquista Acquista Acquista

Pensato come riflessione critica sul ruolo che le donne hanno avuto nel processo di costruzione dell’Italia unita come soggetti attivi e come proiezioni dell’immaginario collettivo, il volume è costruito secondo una sequenza di «generazioni brevi», affrontate ciascuna attraverso un suo tratto caratterizzante, affiancando un quadro generale al profilo di una o più figure che ne hanno impersonato la specificità: Giannina Milli, Erminia Fuà Fusinato, Matilde Serao, Maria Montessori, Margherita Sarfatti, Nilde Iotti, Tina Anselmi, Carla Lonzi.

Una articolazione per blocchi ventennali – le «generazioni brevi» appunto – permette di rappresentare al meglio alcune scansioni di fondo della presenza delle donne in quanto soggetti ed emblemi del processo di nazionalizzazione: processo che, soprattutto sul fronte femminile, ha stentato a diventare di massa e che risulta fortemente segnato dalla tensione tra affermazione dei diritti (individuali e collettivi) e pratiche di controllo volte a modellare pensieri, progetti di vita, comportamenti delle donne e, con esse e attraverso di esse, di tutto il paese.

Nell’ultima parte, attraverso un ventaglio di riflessioni, il volume dà voce alle contraddizioni in atto nel nuovo secolo, che valorizzano la soggettività delle giovani ma ne imbrigliano la proiezione sul futuro.

  • Maria Teresa Mori, Alessandra Pescarolo, Anna Scattigno, Simonetta Soldani, Le italiane sulla scena pubblica: una chiave di lettura (p. 9-34)
  • La patria delle donne, 1860-1880
    • Simonetta Soldani, Una patria «madre e matrigna» (p. 37-60)
    • Maria Teresa Mori, Le “improvvisazioni” risorgimentali di Giannina Milli (p. 61-71)
    • Nadia Maria Filippini, Amor di patria e pratiche di disciplinamento. Erminia Fuà Fusinato (p. 73-86)
    • Marco Meriggi, Le italiane nell’Ottocento. Un commento (p. 87-95)
  • La passione della scrittura, 1880-1900
    • Marina Zancan, Fervori letterari tra Milano e Roma (p. 99-120)
    • Rossana Melis, Matilde Serao: una scrittura quotidiana (p. 121-135)
  • La cultura del materno, 1900-1920
    • Michela De Giorgio, Madri del «secol novo». Sfide, lotte, scelte (p. 139-166)
    • Valeria P. Babini, Maria Montessori. Liberare la madre: la pedagogia come maternità sociale (p. 167-179)
  • Nel nome della patria e del duce, 1920-1945
    • Perry Willson, Fasciste della prima e della seconda ora (p. 183-205)
    • Stefania Bartoloni, Margherita Sarfatti. Una intellettuale tra nazione e fascismo (p. 207-220)
  • Nella città degli uomini, 1945-1970
    • Tiziana Noce, Una vita nel partito: fedeltà e autonomia (p. 223-244)
    • Maria Casalini, Nilde Iotti, «la Signora della Repubblica» (p. 245-260)
    • Liviana Gazzetta, Tina Anselmi e la costruzione di una politica femminile (p. 261-274)
  • Fra libertà e liberazione, 1970-1990
    • Liliana Ellena, Frontiere della liberazione e snazionalizzazione delle italiane (p. 277-300)
    • Anna Scattigno, Carla Lonzi. «Nell’autenticità di se stessa riflessa nell’altra» (p. 301-314)
  • A cavallo del millennio, 1990-2011
    • Alessandra Pescarolo, Oltre il Novecento. Il passo lungo delle figlie della libertà (p. 317-336)
    • Barbara Imbergamo, Riflessioni di una lavoratrice autonoma del giorno d’oggi (p. 337-348)
  • Ostinazione dei progetti, opacità del futuro
    • Mariuccia Salvati, Guardando indietro al 1968 e al 1989 (p. 351-360)
    • Luca Salmieri, Crisi del merito e spreco culturale. Le ragazze tra istruzione e postfordismo (p. 361-373)
    • Carmen Leccardi, Nuove soggettività femminili e crisi del futuro (p. 375-388)
  • Indice dei nomi (p. 389-403)
Forse ti interessa anche