Polifonie veneziane

A cura di Sabine Meine
Collana: Venetiana, 13
Pubblicazione: Novembre 2013
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 115, ill. b/n, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867281756
€ 16,00 -15% € 13,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 13,60
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867282371
€ 9,99
Acquista Acquista Acquista
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788867286317
€ 9,99
Acquista Acquista Acquista

Con il titolo di Polifonie veneziane il Centro Tedesco di Studi Veneziani nel 2011 ha organizzato conferenze e discussioni dedicate alle molteplici voci che hanno percorso – e tuttora percorrono – Venezia, da sempre microcosmo e crocevia di incontri culturali, nella storia, nelle arti, nella letteratura e non da ultimo nella musica.

I contributi di questo volume sono attraversati dal concetto di polifonia inteso come un filo rosso tra i temi, i personaggi e le epoche, e parlano del silenzio e del paesaggio sonoro che scandiscono la vita musicale veneziana.

Le cerimonie cittadine tenutesi per celebrare la vittoria di Lepanto, l’importanza del soggiorno veneziano del giovane Cherubini per la sua futura carriera, l’inaspettata rarità con cui la città appare nelle messe in scena sui palcoscenici della città, fino agli incontri più recenti avvenuti in laguna tra i compositori contemporanei Luigi Nono e Helmut Lachenmann: tutte immagini che delineano un paesaggio sonoro unico nel suo genere, mentre i silenzi che lo attraversano emergono dalla pittura di Tiepolo. Infine, rendendo omaggio all’interdisciplinarietà tra arte e ricerca che caratterizza il Centro Tedesco, il volume si chiude con il racconto dello scrittore ed ex borsista Thorsten Palzhoff, con le sue fantasie sonore in omaggio a Monteverdi.

  • Sabine Meine, Preludio (p. 7-10)
  • Iain Fenlon, Lepanto: musica, cerimonia e identità nel tardo Cinquecento (p. 11-22)
  • Johanna Fassl, «La parola è d’argento, il silenzio è d’oro»: la retorica del silenzio nelle pale d’altare di Giambattista Tiepolo (p. 23-39)
  • Helen Geyer, Cherubini: il noto e l’ignoto. Venezia punto di partenza per una carriera (p. 41-57)
  • Silke Leopold, «La più vaga e più pomposa – città meravigliosa». Venezia in scena: la città lagunare come luogo d’ambientazione scenica nella storia dell’opera (p. 59-79)
  • Pietro Mussino, Toccato da Nono: Lachenmann a Venezia (p. 81-100)
  • Thorsten Palzhoff, L’Orfeo di Greuther (p. 101-108)
  • Gli autori (p. 109-111)
Forse ti interessa anche
  • Aa.Vv.
    2019, pp. 580
    € 56,00 -15% € 47,60
  • Il canto del gondoliere nella vita quotidiana e nell’immaginazione artistica
    A cura di Sabine Meine con la collaborazione di Henrike Rost
    2015, pp. 188
    € 20,00 -15% € 17,00
  • Topografie culturali di una citta
    a cura di Sabine Meine
    2014, pp. 296
    € 29,00 -15% € 24,65
  • La Serenissima e la ricerca dell’identità veneziana nel tardo Cinquecento
    A cura di Benjamin Paul
    2014, pp. 324
    € 36,00 -15% € 30,60