Al crocevia della storia

Poesia, religione e politica in Vittoria Colonna

a cura di Maria Serena Sapegno
Collana: I libri di Viella, 227
Pubblicazione: Ottobre 2016
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 240, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867286386
€ 29,00 -15% € 24,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 24,65
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788833131696
€ 16,99
Acquista Acquista Acquista
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788833131689
€ 16,99
Acquista Acquista Acquista

Con questo libro viene fatto il punto sugli studi più recenti intorno a Vittoria Colonna, figura chiave della cultura italiana nel Cinquecento, protagonista della vita letteraria, religiosa e politica in Italia. Oltre a essere stata la prima italiana ‒ unica tra tutti i poeti, uomini o donne ‒ alla cui poesia sia stato dedicato un intero volume a stampa, fu anche la prima a beneficiare di un’edizione con commento mentre era in vita. Tuttavia non fu solo un’attrice di primo piano della scena letteraria del tempo. Vittoria Colonna fu, infatti, anche parte attiva delle controversie religiose e politiche del secolo XVI. Appartenente a una delle famiglie più potenti di Roma, amica tra gli altri di Bembo, Michelangelo, Pole, Ochino, la poetessa fu personalmente implicata in molte delle vicende più significative del periodo. E se la sua figura ha goduto del privilegio ‒ pressoché unico tra le letterate italiane ‒ di non scomparire mai del tutto dal canone, le interpretazioni che ne sono state date sono mutate molto nel corso del tempo. Questo libro, attraverso una disamina dell’intera produzione di Vittoria Colonna e un’analisi dello scenario più ampio, religioso e culturale, al quale partecipava, aiuta a comprendere tali interpretazioni in modo innovativo e a capire così anche tutta un’epoca.

  • Maria Serena Sapegno, Introduzione
  • I. Una figura modello
    • Virginia Cox, Vittoria Colonna e l’esemplarità
  • II. Il ruolo pubblico
    • Adriana Chemello, «Il più bel lume di questo mondo»: Vittoria Colonna e il suo tempo
    • Marina d’Amelia, L’orgoglio delle origini. Prestigio e interessi familiari in Vittoria Colonna
  • III. Donna, vedova, scrittrice
    • Maria Serena Sapegno, «Poco giova aver candide e grosse perle senza saperle infilar di modo che l’una favorisca l’altra»
    • Tatiana Crivelli, Godere di cattiva stampa: spunti per una rilettura della tradizione editoriale delle rime di Vittoria Colonna
  • IV. La vita religiosa e la poesia di riforma
    • Abigail Brundin, Poesia come devozione: leggere le rime di Vittoria Colonna
    • Gigliola Fragnito, «Per lungo e dubbioso sentero»: l’itinerario spirituale di Vittoria Colonna
  • V. Per una biografia di Vittoria Colonna
    • Ramie Targoff, La volontà segreta di Vittoria Colonna: una lettera smarrita a Clemente VII
  • Indice dei nomi
Forse ti interessa anche