Musivaria

Mosaico e opus sectile in età antica: storia, tecniche, conservazione

Licia Vlad Borrelli
Collana: I libri di Viella. Arte
Pubblicazione: Settembre 2016
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 200, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867286744
€ 22,00 -15% € 18,70
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 18,70

La decorazione degli interni (pavimenti, pareti, soffitti) è un coefficiente fondamentale dell’architettura antica. Ai più antichi pavimenti dipinti seguirono, a partire dall’età ellenistica, quelli in mosaico e, dopo il I secolo, il mosaico si estese anche sulle pareti e sulle volte. Si deve alle peculiari qualità di resistenza dei materiali di cui è composto (pietra, marmo, paste vitree) se il patrimonio musivo rappresenta uno dei più ricchi lasciti della cultura artistica dell’antichità. Questo libro si sofferma, in particolare, sulla storia e sugli aspetti tecnici e morfologici del mosaico, con riferimenti alle definizioni, spesso ambigue, delle fonti e alle classificazioni più recenti. Un rapido excursus ne illustra, con alcuni fra gli esempi più significativi, i vari indirizzi stilistici e la diffusione in tutto il mondo antico, affidata a una continua circolazione di informazioni, di modelli, di artisti e di artigiani itineranti.

  • Premessa
  • 1. Mosaico
    • 1. Definizione e terminologia
    • 2. Le fonti: tecniche di esecuzione
    • 3. Le tessere
    • 4. Firme e iscrizioni
    • 5. Gli incunaboli
    • 6. Mosaici a ciottoli. Mosaici di transizione
    • 7. Tessellatum. Il mosaico Barberini
    • 8. Vermiculatum
    • 9. Pavimenti cementizi
    • 10. Mosaici parietali
    • 11. Cenni sulla diffusione del mosaico
    • 12. Brevi note sulle tecniche del mosaico postclassico
  • 2. Opus sectile
    • 1. Sectilia
    • 2. Incrustationes
    • 3. Opus interrasile
    • 4. Tarsie marmoree
  • 3. Processi di alterazione. Conservazione e restauro
    • 1. Dalle origini alla metà del Novecento
    • 2. Dalla metà del Novecento a oggi
    • 3. L’integrazione delle lacune
    • 4. Conclusione
  • Abbreviazioni
  • Fonti classiche citate
  • Riferimenti bibliografici
  • Indice dei nomi, dei luoghi e delle cose notevoli

Licia Vlad Borrelli

Licia Vlad Borrelli, archeologa, allieva di Ranuccio Bianchi Bandinelli e collaboratrice di Cesare Brandi all’Istituto Centrale del Restauro, di cui dirigerà a lungo il settore archeologico, è stata ispettore centrale del Ministero per i Beni e le Attività culturali, impegnata in missioni di scavo, restauro, consulenze sia in Italia che all’estero, membro di commissioni internazionali (presso l’Unesco, il Consiglio d’Europa e altri ancora), insegnante all’ICR, in varie università e scuole di perfezionamento. È da sempre impegnata a coniugare lavoro sul campo e riflessione critica, uso corretto delle fonti e giudizio storico, interdisciplinarietà e competenze specifiche, fiducia nella scienza e ricerca storica, didattica e studio, nella convinzione che la “verità”, in questa come in altre discipline, si possa raggiungere solo attraverso il continuo confronto e verifica dei metodi di indagine.

Forse ti interessa anche