Donne e cinema

Immagini del femminile dal fascismo agli anni Settanta

a cura di Maria Casalini
Collana: I libri di Viella, 229
Pubblicazione: Ottobre 2016
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 220, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867287055
€ 26,00 -15% € 22,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,10
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867287543
€ 15,99
Acquista Acquista Acquista
ePUB con Adobe DRM
ISBN: 9788867287536
€ 15,99
Acquista Acquista Acquista

Le immagini e i modelli di femminilità (come della mascolinità, del resto) proposti dal grande schermo rappresentano un elemento essenziale per la costruzione delle identità di genere nella mentalità collettiva: è questo l’assunto di fondo del volume che, attraverso una chiave di lettura originale, presenta per la prima volta un’analisi di lungo periodo delle diverse e contraddittorie figure di donna confezionate sul set cinematografico per gli spettatori italiani.

Sulla scia delle rappresentazioni “variabili” della femminilità costruite, nel periodo che va dal fascismo agli anni Settanta, dall’industria cinematografica ‒ da Isa Miranda ad Anna Magnani, da Mariangela Melato a Ornella Muti, per citarne solo alcune ‒ il volume analizza i diversi contesti politici e le profonde trasformazioni culturali ed economiche della società italiana.

  • Maria Casalini, Introduzione
  • Maria Casalini, Tra Hollywood e Cinecittà: modelli di genere nell’Italia fascista
  • Cristina Jandelli, Le tenebrose del cinema (note sul neorealismo)
  • Valeria Festinese, Dal neorealismo alla commedia: proiezioni del femminile nel secondo dopoguerra
  • Francesca Tacchi, Prima della rivoluzione. Immagini del femminile nel cinema italiano dal miracolo alla crisi
  • Stephen Gundle, Melato, Muti & Antonelli: dive e divismo nel cinema italiano degli anni Settanta
  • Anna Scattigno, Cinema e femminismo in Italia negli anni Settanta
  • Indice dei nomi
Forse ti interessa anche