Una “questione campana”

La prima arte monumentale cristiana tra Napoli, Nola e Capua (secc. IV-VI)

Chiara Croci
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 344, tav. 32 col., 56 b/n, 17x24 cm.
ISBN: 9788867288533
€ 75,00 -15% € 63,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 63,75

Celebre per le sue pitture antiche, la Campania felix custodisce monumenti paleocristiani degni dei più noti di Roma e Ravenna: un patrimonio rimasto finora nell’oblio, che si rivela invece cruciale per la conoscenza dell’arte tardoantica.
Questo libro, che ha per protagonisti il battistero di San Giovanni in Fonte a Napoli, il complesso funerario di Cimitile presso Nola e quello di San Prisco alle porte di Capua, ricostruisce la nascita e i primi sviluppi dell’arte monumentale cristiana in Campania.
Ne emerge un panorama estremamente originale, frutto di un contesto culturale plasmato da committenti in bilico tra la “vecchia” aristocrazia romana e la “nuova” gerarchia ecclesiastica.

  • Presentazione, di Serena Romano
  • Introduzione
  • I. San Giovanni in Fonte e le fondazioni di Severo a Napoli: l’affermazione di uno scenario cristiano nel cuore della città
    • 1. L’episcopato di Severo (364-410)
    • 2. Il mosaico absidale della Basilica Severiana
    • 3. La prima cattedrale e l’organizzazione dell’insula episcopalis
    • 4. Il battistero di San Giovanni in Fonte
  • II. La monumentalizzazione delle aree extra moenia: premesse per lo sviluppo di un nuovo polo cultuale
    • 1. La chiesa di San Severo alla Sanità e la catacomba eponima
    • 2. Le pitture dell’oratorio semi-ipogeo nei pressi delle catacombe di San Gennaro
    • 3. Le pitture nella chiesa detta di San Gennaro extra moenia
    • 4. La translatio del martire Gennaro in catacomba, Giovanni I e l’inizio di un’altra storia
  • III. Paolino e il complesso di Cimitile: un investimento per la propria salvezza
    • 1. La figura di Paolino di Nola
    • 2. Stato della questione e prospettive attuali
    • 3. Le principali fasi del sito
    • 4. La fase paoliniana (394-431): monumentalizzazione del sito e progetto figurativo
    • 5. La questione del ritratto
    • 6. Paolino e le immagini: limiti e prospettive
  • IV. Capua, altera Roma? Il complesso di San Prisco, spia di un grande centro paleocristiano scomparso
    • 1. Capua antica
    • 2. Lo studio dei monumenti paleocristiani a Capua
    • 3. Alla ricerca della cattedrale costantiniana
    • 4. Il complesso funerario di San Prisco
    • 5. La tribuna vetus
    • 6. Il sacello di Santa Matrona
    • 7. La tomba di Prisco, la tribuna vetus, il sacello: un possibile scenario
  • Conclusione
  • Appendice
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi
  • Indice dei luoghi e delle cose notevoli
Forse ti interessa anche