I socialisti e il sindacato

1943-1984

a cura di Enzo Bartocci e Claudio Torneo
Collana: Quaderni della Fondazione Giacomo Brodolini, 6
Pubblicazione: Ottobre 2017
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 456, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867288878
€ 38,00 -15% € 32,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 32,30

Questo volume affronta, tra storia e memoria, un tema poco trattato: i rapporti tra i socialisti e il sindacato nel secondo dopoguerra, identificandoli secondo due linee teoriche, “culture sindacali di famiglia” e “culture contigue”.
Le prime, di cui furono interpreti i socialisti del Psi, furono rappresentate dal revisionismo sindacale di Fernando Santi e Riccardo Lombardi, dalla sinistra “unitaria” che ebbe in Morandi la sua massima espressione e dalla sinistra “operaista” di Raniero Panzieri. Parte della “famiglia socialista” è anche la corrente socialdemocratica della Uil, i cui esponenti confluiscono nel 1966 nel Partito socialista unificato (Psu): è questa la corrente alla quale Giorgio Benvenuto seppe dare identità sindacale e dignità culturale.
Le “culture contigue” alla famiglia socialista, qui identificate e studiate nelle loro diverse declinazioni, vanno dalla Fim-Cisl di Pierre Carniti alle Acli di Livio Labor.

  • Enzo Bartocci, Prefazione
  • Claudio Torneo, I socialisti e il sindacato: un progetto di ricerca
  • Enzo Bartocci, Il Psi e la Cgil: 1943-1966
  • Fabrizio Loreto, La sinistra socialista operaista e la questione sindacale
  • Maria Paola Del Rossi, Cgil, incompatibilisti controvoglia
  • Tiziano Treu, Il tradeunionismo militante della Fim-Cisl
  • Giorgio Benvenuto, Antonio Maglie, Il fantasma dell’unità sindacale
  • Enzo Russo, Il sindacato e la politica economica negli anni Sessanta e Settanta
  • Emilio Gabaglio, Cgil e Fsm. Un lungo addio
  • Gli autori
  • Indice dei nomi
Forse ti interessa anche