Gramsci e la critica dell’economia politica

Dal dibattito sul liberismo al paradigma della “traducibilità”

Giuliano Guzzone
Collana: I libri di Viella, 280
Pubblicazione: Marzo 2018
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 306, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788867289462
€ 32,00 -15% € 27,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 27,20

Nell’ormai vasta letteratura italiana e straniera su Gramsci, i temi economici risultano ancor oggi tra i meno studiati e indagati. Discostandosi da tale abitudine, questa monografia prende in esame il rapporto di Gramsci con la critica dell’economia politica, focalizzando la propria attenzione sulle “note economiche” dei Quaderni del carcere, dal momento che è proprio grazie a tali “note” che si può guardare al pensiero gramsciano da un’ottica diversa e inedita.

Leggerle senza pregiudizi, comprenderle appieno, significa infatti – come scoprirà il lettore – porsi nelle condizioni di ripensare tutta una serie di questioni inerenti allo statuto stesso della filosofia gramsciana (la sua irriducibilità al materialismo storico “classico”, il significato dell’autonomia della politica, il senso delle critiche rivolte al marxismo sovietico, le differenze rispetto al pragmatismo) e alla costituzione materiale dei Quaderni.

  • Premessa
  • Abbreviazioni delle opere di Gramsci
  • Introduzione. Gramsci e l’economia prima e dopo la “traducibilità dei linguaggi”
    • 1. La filosofia della praxis come teoria e pratica della traducibilità
    • 2. Ripensare l’economia alla luce della traducibilità
    • 3. Gramsci teorico e critico dell’economia: oblio e riscoperte
    • 4. Prima della traducibilità: continuità e variazioni
  • I. La riflessione economica di Gramsci nel decennio pre-carcerario
    • 1. Cultura economica e concezione socialista del mondo (1916-1918)
      • 1. Tra liberismo torinese e socialismo rivoluzionario
      • 2. Storicità e relatività delle leggi economiche
      • 3. Maturità e autocritica della civiltà borghese
      • 4. Le categorie di “ambiente” e “organismo”
    • 2. Le categorie economiche tra crisi del capitalismo e attualità della rivoluzione (1918-1921)
      • 1. Stato e rivoluzione: una svolta teorica
      • 2. L’economia nel rapporto nazionale/internazionale
      • 3. L’imperialismo: prospettive e limiti di un paradigma teorico-politico
    • 3. Gramsci da Mosca a Roma: economia, ideologia, traduzione (1923-1926)
      • 1. Tra Bordiga e Graziadei: l’emergere del nesso economia-ideologia
      • 2. Fovel come Kautsky: una discussione su capitalismo americano e capitalismo europeo
      • 3. Gramsci e l’Internazionale: due casi di “traduzione” in «linguaggio storico italiano»
      • 4. Osservazioni riassuntive
  • II. Economia e traducibilità nei Quaderni del carcere
    • 1. Dal materialismo storico alla filosofia della praxis: l’economia come problema (1927-1931)
      • 1. Propositi e progetti: lo studio dell’economia nei “piani di lavoro”
      • 2. Approssimazioni al rapporto economia-politica: il Primo quaderno
      • 3. L’economia nel nesso base/sovrastrutture del Quaderno 4
      • 4. Un excursus sulla scienza nel Quaderno 4
      • 5. Teoria economica, corporativismo, revisionismo: il Quaderno 6 e il Quaderno 7
    • 2. Dalla filosofia della praxis alla Critica dell’economia politica: le Noterelle e i Punti di meditazione sull’economia (1932-1933)
      • 1. L’economia alla luce della filosofia della praxis nel Quaderno 8
      • 2. La “traduzione” reciproca di filosofia ed economia nel Quaderno 10
      • 3. L’homo oeconomicus e lo “Stato produttore” dall’utopia alla scienza
      • 4. Sui rapporti tra economia classica, economia pura ed economia critica
      • 5. Tra Croce e Ford: la Critica dell’economia politica come esercizio di traducibilità
      • 6. Ancora sulla Critica dell’economia politica come esercizio di traducibilità
      • 7. Tra Einaudi e Keynes: consumo, progresso tecnico, tempo libero
      • 8. Approdi su Croce e l’economia politica nel Quaderno 10
      • 9. Il nesso tra “crisi” e “piano” negli ultimi “miscellanei”
      • 10. La “sistemazione epistemologica” di Robbins nel Quaderno 15
    • 3. Dalla Critica dell’economia politica alla filosofia della praxis: osservazioni conclusive
      • 1. Né senza né contro il Capitale: sul nesso fra filosofia della praxis e Critica dell’economia politica
      • 2. Dal “nuovo conformismo” all’individuazione possibile: complessità e prospettiva nel giudizio di Gramsci sull’URSS
      • 3. L’importanza del “tradurre”: un’ipotesi sulla struttura del Quaderno 10
  • Appendice. Pragmatismo, scienza economica e filosofia della praxis: ipotesi e osservazioni
    • 1. Gramsci e il pragmatismo logico italiano: oblio e riscoperta di una “parentela” intellettuale
    • 2. Il giovane Gramsci e l’atmosfera pragmatista: un percorso di lettura
    • 3. Quale «meravigliosa facoltà»? Il Vailati di Einaudi e quello di Gramsci
    • 4. Motivi pragmatisti nel “mercato determinato”: da Jannaccone a Gramsci
  • Indice dei nomi

Giuliano Guzzone

Giuliano Guzzone. Storico della filosofia, è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di economia e statistica “S. Cognetti De Martiis” dell’Università di Torino. I suoi interessi di ricerca vertono intorno alla storia del pensiero economico e filosofico italiano del Novecento.

Forse ti interessa anche