L’arcangelo, il contadino e il re

Storia di un’apparizione fra psichiatria e politica nell’età della Restaurazione

Philippe Boutry, Jacques Nassif
Collana: Sacro/santo, 2
Pubblicazione: Settembre 2000
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 280, 14x21 cm, bross.
ISBN: 9788883340123
€ 29,00 -15% € 24,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 24,65

Il 15 gennaio 1816 il contadino Thomas-Ignace Martin, mentre è nei campi, ha una visione: l’arcangelo Raffaele gli ordina di andare dal re per trasmettergli un messaggio segreto, cruciale per le sorti della monarchia. Il 2 aprile 1816 alle tre del pomeriggio questo coltivatore della Beauce viene ricevuto dal re Luigi XVIII alle Tuileries e l’eco del colloquio, avvenuto senza testimoni, si diffonderà per tutta la Francia, divenendo oggetto di dicerie e intrighi e germe contagioso di apparizioni e profezie che caratterizzeranno tutta l’età della Restaurazione.

Uno storico, Philippe Boutry, e uno psicanalista, Jacques Nassif, esaminano questa storia in uno scambio epistolare che si sviluppa come un romanzo poliziesco. Escono così dall’ombra i vari protagonisti, palesi o nascosti, di una vicenda che coinvolge la realtà sociale e le strutture di potere e di controllo dello Stato, della Chiesa e della scienza medica, in un contesto di forte instabilità politica quale quello della Restaurazione, quando il segreto di un re poteva essere interpretato e strumentalizzato dai gruppi in lotta per il potere.

Prima analisi completa dell’affaire Martin, il libro è anche la prova che il metodo storiografico più scrupoloso e l’interpretazione psicanalitica più spericolata – a dispetto di una supposta “reciproca impermeabilità delle due discipline” – possono contribuire, senza compromessi, a svelare il senso, latente ma straordinariamente complesso, di un enigma.

  • Lettera di W. A. Christian jr. alle lettrici e ai lettori
  • Nota redazionale
  • Lettera I. J. Nassif a Ph. Boutry: La richiesta
  • Relazione concernente gli avvenimenti accaduti al signor Martin coltivatore di Gallardon, nella Beauce, nei primi mesi del 1816
  • Lettera II. Ph. Boutry a J. Nassif: L’accettazione
    Lettera III. J. Nassif a Ph. Boutry: Il testo
    Lettera IV. Ph. Boutry a J. Nassif: Il dossier
    Lettera V. J. Nassif a Ph. Boutry: Il vescovo, il prefetto e il ministro
    Lettera VI. Ph. Boutry a J. Nassif: Il villaggio di Gallardon
    Lettera VII. J. Nassif a Ph. Boutry: La famiglia Martin
    Lettera VIII. Ph. Boutry a J. Nassif: La genealogia
    Lettera IX. J. Nassif a Ph. Boutry: Il “doppio”
    Lettera X. Ph. Boutry a J. Nassif: I visionari
    Lettera XI. J. Nassif a Ph. Boutry: Tobia e Raffaele
    Lettera XII. Ph. Boutry a J. Nassif: Il segreto del re
    Lettera XIII. J. Nassif a Ph. Boutry: La famiglia reale
    Lettera XIV. Ph. Boutry a J. Nassif: La monarchia defunta
    Lettera XV. J. Nassif a Ph. Boutry: La seduta
    Lettera XVI. Ph. Boutry a J. Nassif: La storia
    Lettera XVII. J. Nassif a Ph. Boutry: Una donna-re
    Lettera XVIII. Ph. Boutry a J. Nassif: La soluzione del caso
  • Fonti e studi

Traduzione e cura di Maria Cristina Pauselli

Philippe Boutry

Philippe Boutry, specialista di storia religiosa dell’Ottocento, insegna all’Università di Paris XII ed è condirettore del “Centre d’anthropologie religieuse européenne” dell’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales.

Jacques Nassif

Jacques Nassif è psicanalista di scuola lacaniana.

Edizione originale: Philippe Boutry, Jacques Nassif, Martin l’Archange, Paris, Gallimard 1985

Forse ti interessa anche
  • Le canonizzazioni femminili di Giovanni Paolo II
    Valentina Ciciliot
    2018, pp. 304
    € 29,00 -15% € 24,65
  • Don Milani dal Sessantotto a oggi
    a cura di Raimondo Michetti e Renato Moro
    2017, pp. 288
    € 28,00 -15% € 23,80
  • Un’antropologa in clausura
    Francesca Sbardella
    2015, pp. 248
    € 25,00 -15% € 21,25
  • Ambrogio Sansedoni e Siena
    Odile Redon
    2015, pp. 168
    € 24,00 -15% € 20,40