Visioni dipinte

Immagini della contemplazione negli affreschi di Bâwît

Antonio Iacobini
Collana: Studi di arte medievale, 6
Pubblicazione: Giugno 2000
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 270, 86 ill., 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883340161
€ 31,00 -15% € 26,35
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 26,35

Il ritrovamento del monastero egiziano di Apa Apollo a Bâwît costituì, all’inizio del Novecento, una delle più clamorose scoperte nell’ambito dell’archeologia cristiana e bizantina. Dalle sabbie del deserto riemerse un monumento di prim’ordine di epoca tardoantica e si dischiuse un capitolo inedito nella storia della civiltà copta. Dopo la fase eroica delle prime campagne di scavo, però, il sito fu abbandonato e gli edifici vennero ricoperti per una seconda volta.

Del vasto complesso restano materialmente visibili solo pochi preziosi pezzi, entrati a far parte dei grandi musei d’Egitto, d’Europa e d’America. Tra questi non sono molti gli affreschi che si sono salvati dall’oblio. Eppure essi davano un’impronta indelebile al monumento, ricoprendo – come le pagine di una grande Bibbia dipinta – le pareti e le volte degli edifici e soprattutto le celle-oratorio, dove i monaci vivevano e trascorrevano il loro tempo al lavoro o in preghiera. La nicchia dell’altare era riservata all’immagine più importante: la teofania, maestosa visione di Cristo tra i cherubini. Come i profeti e gli apostoli, anche i monaci del convento potevano prendere parte alla visione, e spesso li troviamo rappresentati ai margini delle composizioni, assorti o con un dito sulle labbra in attitudine di rispettoso silenzio dinanzi al miracoloso rinnovarsi dell’apparizione divina.

  • Introduzione
  • I. Il monastero copto di Apa Apollo a Bâwît
  • II. Le teofanie
  • III. L’iconografia interpretata: Antico Testamento, Apocalisse, liturgia
  • IV. Le visioni profetiche. Dal testo all’immagine
  • V. Zôdia. Cherubini, serafini e tetramorfi
  • VI. L’immagine della teofania: da Alessandria ai monasteri della Tebaide
  • VII. Epilogo
  • Appendici
    • I. Teofania e cosmologia: dal repertorio classico all’immagine cristiana
      II. La vita di Apollo nell’Historia Monachorum
  • Bibliografia
  • Referenze fotografiche

Antonio Iacobini

Antonio Iacobini è professore di Storia dell’arte bizantina e Storia della miniatura presso la Sapienza-Università di Roma. Si è occupato di storia dell’architettura, da Costantinopoli a Venezia, di porte bronzee nel Medioevo, di pittura e miniatura medievale e bizantina.

Forse ti interessa anche