L’ultima battaglia dei Templari

Dal codice ombra d’obbedienza militare alla costruzione del processo per eresia

Barbara Frale
Collana: I libri di Viella, 25
Pubblicazione: Ottobre 2001
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 352, 14x21 cm, bross. (1ª ristampa 2007)
ISBN: 9788883340376
€ 25,00 -5% € 23,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,75

All’alba del 13 ottobre 1307 i soldati di Filippo il Bello arrestarono improvvisamente e contro la volontà del papa tutti i Templari di Francia: fu l’inizio di un lungo processo che portò allo scioglimento dell’ordine. I frati guerrieri del Tempio erano anche potenti banchieri ed abili diplomatici: come poté il sovrano francese distruggere il più prestigioso ordine monastico-militare del Medioevo?

Le sistematiche ricerche condotte sulle fonti processuali hanno portato alla luce risvolti inediti di quella che resta ancora una fra le vicende più oscure della storia dell’Occidente: il Tempio cadde anzitutto per un attacco partito dal suo interno, ad opera di potenti gerarchi che vennero adescati dal re di Francia Filippo il Bello e convinti a tradire il Gran Maestro. Un rituale d’iniziazione militare che si era infiltrato fra le tradizioni dell’ordine venne stravolto e sfruttato dal giurista regio Guillaume de Nogaret per costruire l’accusa d’eresia. Il pontefice Clemente V comprese che i Templari non erano dissidenti in materia di fede e fece il possibile per salvare l’ordine, ma il vero intento del sovrano francese era in realtà quello di destabilizzare la Chiesa di Roma e fu necessario sacrificare l’ordine del Tempio per evitare uno scisma.

  • Premessa, di Franco Cardini
  • Prefazione alla ristampa
    Ringraziamenti
    Abbreviazioni
  • Capitolo 1
    • Il papato, il re ed il Tempio. Il papato alla fine del Duecento. L’ordine del Tempio. Dinastie. La polvere delle battaglie. La Francia di Filippo il Bello e il conflitto con la Chiesa di Roma. L’opinione degli storici e le leggende sul Tempio. Note.
  • Capitolo 2
    • Tradimenti. L’inganno della crociata. Lo scandalo del tesoriere centrale. Il misterioso patto del 1305. Molay, la riconversione in corso. La Chiesa indaga sul Tempio. Avvertimenti. Scontro al vertice. Rivelazioni. Le mire della Francia. Il cerchio si chiude. In trappola. La posizione del papa. Note.
  • Capitolo 3
    • La macchina della morte. Nelle mani del nemico. La tenaglia dell’Inquisizione. La lettera del Gran Maestro. Sottrarre i prigionieri al re. Il papa vuole interrogare i Templari. Il teorema accusatorio. Note.
  • Capitolo 4
    • Clemente V e la soluzione pacifica. Gli uomini del papa. Gli imputati a Poitiers. Un archivio classificato delle colpe. La stregoneria e i sacramenti. Arma a doppio taglio. Imbarazzo e confusione. L’intenzione del papa. Speranze. Il papa contro l’inquisitore. Note.
  • Capitolo 5
    • «Noi abbiamo un codice» (modus est ordinis nostri). Riscontri. Lo schema ricorrente delle cerimonie. L’“appendice difforme” alla procedura ufficiale. Un “male necessario”. Obblighi e favoritismi. Sulla via della riforma. Servo e schiavo del Tempio. Dietro la coltre. Note.
  • Capitolo 6
    • Guillaume de Nogaret e Bernard Guy. Il piano. La mirabile architettura. Idoli e strani culti. Un grande potere sopra i fratelli. Il perdono dei peccati. Nel segreto del capitolo. Il Corpo di Cristo. Statuti incriminati. La colpa di Sodoma. Ad abundantiam. Soldati o inquisitori? Orrori di Linguadoca. Perduti! Il grande inquisitore. Note.
  • Capitolo 7
    • Il ricatto. «Il papa adorava i demoni». «Il vescovo stregone». «I frati s’inchinano al diavolo». Scacco al re bianco. «Siamo figli dell’obbedienza». Il coraggio della difesa. Il Tempio che vive. La voce del popolo. Morire da Templare (ave, maris Stella). Conclusioni. Note.
  • Appendici
    • I. Ordine d’arresto dei Templari di Francia. II. Schema delle colpe imputate ai Templari durante l’intero arco cronologico del processo. III. Procedura da seguire nella cattura e nell’interrogatorio dei Templari. IV. Articoli di colpa imputati ai Templari dal re di Francia, settembre 1307. V. Articoli di colpa descritti nella bolla Faciens misericordiam, 12 agosto 1308, formata di 87 articoli. VI. Ulteriori articoli di colpa attribuibili alla cedola della Faciens misericordiam probabilmente nella fase 1309-1310. VII. Individuazione dello schema seguito nella conduzione dei vari interrogatori. VIII. Sviluppo delle singole imputazioni fra l’ottobre 1307 e il luglio 1308.
  • Fonti
    Bibliografia

Premessa di Franco Cardini

Barbara Frale

Barbara Frale (Viterbo 1970), ha conseguito il dottorato in Storia della società europea presso l’università “Ca’ Foscari” di Venezia sviluppando ricerche sul processo ai Templari. Lavora presso la Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica dove tiene seminari di “Storia del Papato e della Curia”. Tra le sue pubblicazioni: I Templari (il Mulino, 2004); I Templari e la Sindone di Cristo (il Mulino, 2009).

Forse ti interessa anche