La città rituale

Roma e le sue cerimonie in età moderna

Maria Antonietta Visceglia
Collana: La corte dei papi, 8
Pubblicazione: Febbraio 2002
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 336, 12 ill. b/n, 14x21 cm, bross.
ISBN: 9788883340390
€ 22,00 -5% € 20,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 20,90
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883345913
€ 13,99
Acquista Acquista Acquista

A Roma, in età moderna, il cerimoniale riflette al contempo la complessità e la duplicità del potere papale, spirituale e temporale. Il cerimoniale regola le feste strettamente religiose, quelle scandite dal calendario liturgico annuale, e gli eventi ricorrenti, come l’apertura delle Porte sante per il Giubileo o i riti d’interregno. Le grandi occasioni rituali relative alla persona del pontefice (elezione, incoronazione, possesso, esequie) presentano una loro marcata specificità ma evolvono anche in coerenza con i riti di sovranità dei monarchi e principi europei. Assume, inoltre, importanza crescente la regolamentazione dello svolgimento degli eventi di particolare rilievo politico, come il ricevimento degli ambasciatori o il conferimento di dignità ai principi cattolici.

Dopo la cesura determinata dalla Riforma protestante, negli anni successivi al Concilio di Trento il papato riacquista autorità e prestigio e il cerimoniale diviene esaltazione – anche a livello simbolico e nella sua dimensione “teatrale” – del ruolo internazionale della Sede Apostolica.

Il tema – finora poco indagato dalla storiografia su Roma, a differenza di quanto è stato fatto per altre realtà italiane ed europee – viene esaminato evidenziando l’interazione tra il papa-sovrano e la sua città.

  • Prefazione
    • Note
  • I. Riti, simboli, cerimonie nell’Italia nella prima età moderna. Una riflessione storiografica comparativa
    • 1. Rituali civici-rituali dinastici: gli elementi del dibattito. 2. Incertezze e continuità dinastica: le politiche cerimoniali dei principi italiani nel Seicento. 3. Ipertrofia e crisi dei cerimoniali. Note
  • II. Il ritorno e la trasfigurazione dei trionfi antichi
    • 1. Mito di Roma ed eredità classica. 2. Riti di sovranità, riti di morte. 3. Spazi rituali della città e della corte. Note
  • III. Conflitti di precedenza alla corte di Roma tra Cinquecento e Seicento
    • 1. «Roma che è la maggiore di tutte le corti»: la dimensione universalistica del cerimoniale papale. 2. «Primus est ille quem nemo antecedit». Gerarchie e conflitti su titoli e onori alla corte di Roma nel primo Seicento. 3. «Sine ordine omnia confunduntur». Riflessioni conclusive. Appendici. Note
  • IV. Dal trionfo di Carlo V al trionfo di Lepanto
    • 1. «Aspettandosi da un papa uno imperatore»: il trionfo romano di Carlo V. 2. La cerimonialità spagnola a Roma nell’età di Filippo II. Note
  • V. «Haec est Porta Domini. Justi intrabunt in eam». I rituali del giubileo
    • 1. I “misteri” della Porta santa. 2. Riti processionali e riti di accoglienza. Note
  • Archivi consultati e relative abbreviazioni
    Fonti manoscritte e a stampa
    Studi citati
    Indice dei nomi di persona

Maria Antonietta Visceglia

Maria Antonietta Visceglia è professore di Storia moderna alla Sapienza Università di Roma e membro della Giunta centrale per gli studi storici.

1ª ristampa 2010

Forse ti interessa anche
  • La corte e la politica internazionale (secoli XV-XVII)
    Maria Antonietta Visceglia
    2018, pp. 404
    € 36,00 -5% € 34,20
  • Continuità e mutamenti dal Medioevo ad oggi
    Agostino Paravicini Bagliani, Maria Antonietta Visceglia
    2018, pp. 312
    € 27,00 -5% € 25,65
  • Nell’ottantesimo anniversario della Giunta centrale per gli studi storici
    a cura di Andrea Giardina e Maria Antonietta Visceglia
    2018, pp. 312
    € 26,00 -5% € 24,70
  • Figure e strumenti della mediazione culturale nella prima età moderna
    A cura di Elisa Andretta, Elena Valeri, Maria Antonietta Visceglia, Paola Volpini
    2015, pp. 320
    € 32,00 -5% € 30,40