Dialoghi sulla prescienza divina e la predestinazione degli eletti

Gioacchino da Fiore
Collana: Opere di Gioacchino da Fiore: testi e strumenti, 14
Pubblicazione: Novembre 2001
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 160, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883340437
€ 16,00 -15% € 13,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 13,60

Scritto fra i più antichi di Gioacchino da Fiore, i Dialoghi sulla prescienza divina e la predestinazione degli eletti segnano una tappa fondamentale nel formarsi della sua visione della storia.

L’opera è realizzata in forma di conversazione fra l’autore e due monaci, Benedetto e Nicolò. Nei tre sermoni essi dialogano intorno ai rapporti fra grazia e libertà, discutendo del celebre passo della Lettera ai Romani (cap. 9, vv. 11-23) sull’elezione divina di Giacobbe invece di Esaù. Innovando profondamente le tradizionali linee interpretative, Gioacchino spiega che Giacobbe fu prediletto per il solo fatto che era il minore, come tale trascurato e disprezzato nella casa di suo padre. La scelta di Dio cade dunque sui più piccoli e sui più deboli, poiché sono più pronti a ricevere la sua misericordia: la loro sofferenza li dispone infatti all’umiltà, fondamento di ogni altra virtù. Per questa ragione egli preferisce infine il «peccatore penitente» al «giusto impenitente».

Al di là della sorte dei singoli, i Dialoghi delineano una concezione entro cui la dinamica umiltà-superbia, principio propulsivo e regolatore della storia, dà ragione del mutare delle condizioni e dei destini dei popoli.

  • Gian Luca Potestà
    Introduzione
    • 1. Gioacchino interprete di Paolo. 2. L’elezione divina secondo Romani 9-11. 3. Da Origene all’Ambrosiaster. 4. La dottrina agostiniana dell’elezione. 5. Il dibattito del secolo XII. 6. La causa dell’elezione divina secondo Gioacchino. 7. Scelta degli umili e storia della salvezza. 8. L’ordine vivente della ragione. 9. I Dialoghi come invenzione letteraria. 10. I Dialoghi nella produzione di Gioacchino. 11. Oltre Gregorio Magno e Bernardo di Clairvaux
  • Avvertenza
    Note
  • Gioacchino da Fiore
    Dialoghi
    • Dialogo I
      Dialogo II
      Dialogo III
  • Opere citate
    Abbreviazioni bibliche
    Indice dei passi biblici

A cura di Gian Luca Potestà
Testo latino e traduzione italiana a fronte

Gian Luca Potestà

Gian Luca Potestà è professore di Storia del cristianesimo presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Per i nostri tipi ha curato, in questa stessa collana, i Dialoghi sulla prescienza divina e la prede­ stinazione degli eletti di Gioacchino da Fiore (2001) nonché i volumi Gioacchino da Fiore nella cultura contemporanea (2005) e «Ioachim posuit verba ista». Gli pseudoepigra di Gioacchino da Fiore dei secoli XIII e XIV (con Marco Rainini, 2016).

Il testo latino riproduce quello dell’edizione critica: Ioachim abbas Florensis, Dialogi de prescientia Dei et predestinatione electorum, a cura di G.L. Potestà (Istituto Storico Italiano per il Medio Evo. Fonti per la storia dell’Italia medievale, Antiquitates, 4), Roma 1995

Forse ti interessa anche