Frammenti di eternità

Corpi e reliquie tra Antichità e Medioevo

Luigi Canetti
Collana: Sacro/santo, 6
Pubblicazione: Novembre 2002
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 238, 14x21 cm, bross.
ISBN: 9788883340710
€ 20,00 -15% € 17,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 17,00

Le reliquie dei santi sono le protagoniste di questo volume: investite di una funzione di rappresentanza dell’invisibile fin dalle prime società cristiane, divengono ben presto elemento decisivo della grande dinamica antropologica e temporale innescata nella storia europea dalla tensione dialettica peculiare all’incarnazione e alla trascendenza del Dio cristiano.

Il problema al cuore di queste pagine è l’individuazione dei momenti e dei contesti della progressiva fissazione del valore – valore salvifico e, in prospettiva, valore economico – in quelli che Krysztof Pomian ha chiamato “oggetti semiofori”. Viene allora proposta una genealogia dei saperi teologici e delle pratiche rituali che tra la fine del mondo antico e i primordi del medioevo hanno potuto costituire un nuovo campo epistemologico incentrato sulle categorie dello scambio simbolico e della reciprocità antagonistica.

L’originalità e l’interesse della ricerca aperta da questo libro risiedono non nel racconto delle prodigiose vicissitudini di un tipo di oggetti di culto di lunghissima e vasta fortuna, o nella ricostruzione delle tante controversie dottrinali sulla liceità della loro venerazione, bensì nella riflessione intorno alla reliquia considerata come prodotto di discorsi e di pratiche che a partire dai testi agiografici e dal sostrato funerario precristiano hanno costruito un oggetto di culto con gli strumenti della razionalità teologica e dei gesti rituali.

  • Abbreviazioni.
  • Perliminari.
    • Note.
  • I. Corpi insepolti e corpi gloriosi.
    • 1. Lo spettro dell’anatomia. 2. Martirio, supplizio, suicidio. 3. Verso un archetipo della scienza biologica. Note
  • II. La città dei vivi e la città dei morti.
    • 1. Genealogia del cadavere. 2. Nuovi tempi e nuovi spazi dei trapassati. 3. Una rivoluzione silenziosa. Note.
  • III. Reliquie, sacrificio e forme arcaiche dello scambio.
    • 1. Dinamica della trascendenza e valore delle cose. 2. Alle radici sacrificali della razionalità economica. 3. Pegni, simulacri, controdoni. Note.
  • IV. Metamorfosi cristiane degli oggetti semiofori.
    • 1. Morti, reliquie e martiri nella polemica antipagana. 2. Dialettiche e retoriche di presenza e separazione. 3. Luoghi e figurazioni dell’invisibile. Note.
  • Conclusioni.
    • Note.
  • Fonti.
    Studi.
    Indice dei nomi.

Luigi Canetti

Luigi Canetti (Parma 1966) è professore di Storia del cristianesimo e delle chiese nella Facoltà di Conservazione dei beni culturali dell’Università di Bologna, con sede a Ravenna. Le sue ricerche abbracciano l’ambito cronologico dal Tardoantico al tardo Medioevo (secoli IV-XIV) e riguardano principalmente la storia urbana, il culto dei santi, l’agiografia, la biografia, la memoria culturale, le istituzioni ecclesiastiche, gli ordini mendicanti, le relazioni fra cultura clericale e cultura folklorica, i riti e le forme di comunicazione simbolica. Tra le sue pubblicazioni: «Gloriosa civitas». Culto dei santi e società cittadina a Piacenza nel Medioevo, (Patron 1993); L’invenzione della memoria. Il culto e l’immagine di Domenico nella storia dei primi frati Predicatori (Cisam 1996); Il passero spennato. Riti, agiografia e memoria dal Tardoantico al Medioevo (Cisam 2007).

Forse ti interessa anche