Corpi e storia

Donne e uomini dal mondo antico all’età contemporanea

A cura di Nadia Maria Filippini, Tiziana Plebani, Anna Scattigno
Collana: I libri di Viella, 33
Pubblicazione: Novembre 2002
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 508, 14x21 cm, bross.
ISBN: 9788883340727
€ 32,00
Esaurito Esaurito Esaurito
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883346248
€ 19,99
Acquista Acquista Acquista

Il corpo è una costruzione culturale complessa, oggetto di un costante processo di elaborazione che di epoca in epoca ne ha ridisegnato forme, rappresentazioni e connotazioni di senso. Nel corpo e nella differenza sessuale affondano ordinamenti simbolici, modelli e categorie discorsive che hanno prodotto nel corso della storia diversità di ruoli sessuali e sociali, relazioni di dominio e di subalternità, strutture di potere e forme di privilegio.

Negli anni Settanta del Novecento, il movimento delle donne ha fatto del corpo un luogo di conflitto e di riappropriazione culturale, mentre a partire dagli anni Ottanta lo sviluppo delle biotecnologie ha aperto nuovi e inquietanti campi di indagine e di applicazione, che coinvolgono modelli sessuali, identità di genere, rappresentazioni fondamentali della corporeità, come quelle legate alla generazione, alla nascita e alla morte.

In questo libro, a partire da competenze diverse che intrecciano storia, antropologia, filologia e letteratura, e con l’apporto di fonti e categorie che la storia delle donne ha privilegiato, i corpi sono indagati nella loro identità sessuata e di genere, attraverso le codificazioni del diritto e nell’uso sociale delle norme, nei discorsi e percorsi della scienza, nei rituali e nelle rappresentazioni. In una dimensione diacronica assai lunga, dall’età antica al mondo contemporaneo, il filo che percorre il libro è volto a cogliere le diverse configurazioni sociali e culturali, che nel corso della storia segnano momenti di passaggio, di rottura o di nuova definizione di senso. I corpi vi appaiono ora controllati e disciplinati, ora capaci di costituire una risorsa e una scelta, di essere strumento di opposizione, fonte di resistenza e di libertà.

Sfoglia un'anteprima

  • Introduzione (p. ix-xxxvi)
  • I. Diritto
    • Michelle Perrot, Donne in lotta per i diritti del loro corpo (p. 3-17).
    • Marina Graziosi, “Fragilitas sexus”. Alle origini della costruzione giuridica dell’inferiorità delle donne (p. 19-38).
    • Alessandra Contini, Corpo, genere e punibilità negli ordinamenti di polizia della Firenze di fine Settecento (p. 39-67).
    • Georgia Arrivo, Raccontare lo stupro. Strategie narrative e modelli giudiziari nei processi fiorentini di fine Settecento (p. 69-86).
    • Anna Bellavitis, Donne, cittadinanza e corporazioni tra Medioevo ed età moderna: ricerche in corso (p. 87-104).
    • Anna Bravo, Corpi senza diritti. L’invasione del potere totalitario (p. 105-131).
    • Anna Maria Gentili, Sessualità, maternità e violenza del potere nell’Africa coloniale sub-sahariana (p. 133-150).
  • II. Scienza
    • Giampiera Raina, L’opposizione maschile/femminile nella trattatistica fisiognomica greca e latina (p. 153-163).
    • Gianna Pomata, Donne e Rivoluzione Scientifica: verso un nuovo bilancio (p. 165-191).
    • Londa Schiebinger, La sperimentazione umana. Sesso e razza nel XVIII secolo (p. 193-212).
    • Emmanuel Betta, La donna, il feto e l’anima nei decreti del Sant’Uffizio alla fine dell’Ottocento (p. 213-228).
    • Dominique Memmi, Verso una confessione laica? Nuove forme di controllo pubblico dei corpi nella Francia contemporanea (p. 229-249).
  • III. Rituali
    • Milka Ventura Avanzinelli, Tracce di un antico rituale femminile in una variante del primo libro di Samuele (p. 253-270).
    • Alessia Bonadeo, Iride, l’arcobaleno e il serpente. Rivisitando alcune storie di iniziazione (p. 271-282).
    • Martina Treu, Il “reato del corpo”. Esempi di invettiva in Aristofane (p. 283-301).
    • Marzia Bambozzi, Tra memoria e morte. Nel corpo di Ecuba il destino di Troia (p. 303-310).
    • Lucia Beltrami, “Periculum ìniuriae muliebris”. Il rispetto delle donne del nemico nella cultura romana (p. 311-326).
    • Massimo Stella, Violenza e generazione in un mito di sovranità Lo stupro del re nell’Edoardo II di Christopher Marlowe (p. 327-340).
  • IV. Rappresentazioni
    • Silvana Bartoli, Raffigurazioni del Noli me tangere nel palazzo episcopale di Novara. XIV e XVI secolo (p. 343-358).
    • Tiziana Plebani, Tra disciplina e diletto: corpi di lettori, corpi di lettrici (p. 359-372).
    • Luisa Accati, Il corpo naturale delle madri e il corpo sociale dei figli: nascite barocche (p. 373-393).
    • Regina Schulte, Sacrifìcio come violenza. Aspetti di una relazione madre/figlio nella Germania della prima guerra mondiale (p. 395-415).
    • Enrica Capussotti, Modelli femminili e giovani spettatrici. Donne e cinema in Italia negli anni Cinquanta (p. 417-434).
    • Vanessa Maher, Genere, pulizia e decoro. Gli Europei come appaiono a sé e agli altri (p. 435-464).
  • Profili delle autrici e degli autori (p. 465)
Forse ti interessa anche
  • Dimensioni del visivo nella pittura e letteratura veneziane del Settecento / Dimensionen des Visuellen in der venezianischen Malerei und Literatur des 18. Jahrhunderts
    a cura di / hrsg. von Barbara Kuhn, Robert Fajen
    2020, pp. 460
    € 46,00 -5% € 43,70
  • L’influsso della fotografia sull’immaginario religioso
    a cura di Tommaso Caliò
    2019, pp. 460
    € 42,00 -5% € 39,90
  • Aa.Vv.
    2019, pp. 272
    € 40,00 -5% € 38,00
  • Il primo conflitto mondiale in area veneta
    a cura di Nadia Maria Filippini
    2017, pp. 232
    € 26,00 -5% € 24,70