Lo Stato degli Orsini

Statuti e diritto proprio nel Ducato di Bracciano

Francesca Laura Sigismondi
Collana: Ius nostrum, 29
Pubblicazione: Ottobre 2003
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 370, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883341144
€ 38,00 -15% € 32,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 32,30
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883347368
€ 24,99
Acquista Acquista Acquista

Dalla prima metà del XV secolo alla fine del XVII il ducato di Bracciano, appartenente all’antica casata degli Orsini, costituì un ordinamento autonomo all’interno dello Stato pontificio, munito di una propria struttura istituzionale ed amministrativa.Le comunità che ne facevano parte furono sottoposte ad una normativa comune, contenuta in diversi statuti redatti, intorno alla metà del XVI secolo, sulla base di un unico modello.

Gli statuti delle comunità formano, quindi, un insieme coerente ed omogeneo di norme, che non hanno solo un contenuto amministrativo, ma regolano dettagliatamente anche la materia giurisdizionale, sia sostanziale che processuale. Anche per questo motivo, il caso del dominio degli Orsini appare significativo, non tanto ai fini di una ricostruzione di storia locale, quanto piuttosto per indagare, sulla base della documentazione esistente, l’effettiva estensione della giurisdizione signorile esercitata da una delle principali famiglie baronali romane.

  • I. Gli Orsini e lo Stato di Bracciano
    • 1. Dai Boboni agli Orsini. 2. La formazione della signoria di Bracciano. 3. L’acquisto di Anguillara e Cerveteri. 4. La concessione del titolo ducale. 5. La disgregazione dello Stato di Bracciano.
  • II. Gli statuti delle comunità
    • 1. L’archetipo scomparso. 2. L’estensione dello statuto di Campagnano. 3. La struttura degli statuti. 4. L’ordinamento comunale. 5. La Congregazione del Buon Governo dello Stato di Bracciano. 6. Il Liber extraordinariorum. 7. I danni dati.
  • III. L’amministrazione della giustizia
    • 1. Il giudizio civile. 2. Il procedimento penale. 3. Il diritto penale sostanziale negli statuti e nei bandi. 4. Le pene comminate nelle sentenze dell’auditore generale. 5. Le suppliche al duca.
  • IV. I codici dello statuto di Bracciano
    • 1. Premessa. 2. Lo statuto di Bracciano del 1552. 3. Il manoscritto della Biblioteca del Senato. 4. Il manoscritto della Biblioteca Apostolica Vaticana. 5. Il manoscritto dell’Archivio Storico Capitolino. 6. Il manoscritto dell’Archivio comunale di Bracciano. 7. Il manoscritto dell’Archivio Odescalchi.
  • Statuta civitatis Bracchiani
    • Liber primus civilium
    • Tabula mercedum officialis, castalli et notariorum
    • Liber secundus extraordinariorum
    • Liber tertius damnorum datorum
    • Decretum super reformatione statuti de appellationibus
    • Liber quartus criminalium
    • [Decreto di Guido Ascanio Sforza]
  • Opere citate
  • Abbreviazioni
  • Indice delle rubriche
    Indice dei nomi e dei luoghi

Con edizione critica del ms. 162 della Biblioteca del Senato

Forse ti interessa anche