Medioevo delle campagne

Rapporti di lavoro, politica agraria, protesta contadina

Alfio Cortonesi, Gabriella Piccinni
Collana: I libri di Viella, 53
Pubblicazione: Gennaio 2006
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 408, 14x21 cm, bross.
ISBN: 9788883341434
€ 30,00 -5% € 28,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 28,50
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883345586
€ 19,99
Acquista Acquista Acquista

Il volume costituisce un itinerario nel mondo rurale italiano in una fase cruciale della sua storia, destinata per più versi a condizionare l’evoluzione d’età moderna. Fra XI e XV secolo cambia, infatti, completamente il volto delle campagne italiane e dunque la vita dei contadini: le superfici coltivate crescono enormemente a seguito dell’incremento demografico, i boschi arretrano, vengono bonificati gli acquitrini e le paludi, nascono nuovi paesaggi.

In queste pagine una particolare attenzione viene indirizzata al rapporto fra proprietari della terra e coltivatori, rapporto testimoniato principalmente dai contratti agrari; questi, grazie anche all’apporto di fonti di altra natura, pongono di fronte ai problemi della vita quotidiana delle popolazioni rurali, consentono di leggere l’evoluzione della rendita fondiaria, illustrano i ritmi del lavoro dei campi.

Approfondimenti specifici hanno per oggetto il lavoro delle donne, il governo del territorio e dell’agricoltura da parte delle città, le forme in cui si esprime il malessere dei contadini di fronte alla prepotenza signorile e alla pressione padronale.

  • Introduzione
  • I. L’età della trasformazione
    • 1. L’agricoltura italiana fra XIII e XIV secolo: vecchi e nuovi paesaggi.
    • 2. L’evoluzione della rendita fondiaria alla fine del medioevo
  • II. I rapporti di lavoro
    • 3. Contrattualistica agraria e proprietà ecclesiastica (metà XII-inizi XIV secolo).
    • 4. Contratti agrari e rapporti di lavoro nel Lazio meridionale.
    • 5. Le donne nella mezzadria toscana delle origini
  • III. La politica agraria
    • 6. La politica agraria del comune di Siena e la diffusione della mezzadria
  • IV. Le forme della protesta
    • 7. Rivendicazioni contadine e iniziativa antisignorile (monti Ernici e Cicolano fra XIII e XVI secolo).
    • 8. Il conflitto sociale nelle aree mezzadrili.
    • 9. «Bacalari, gramatici, ingrati e sconoscenti». Lettere sui mezzadri e ai mezzadri (Monte Oliveto-Siena 1400-1403)
  • Opere citate
  • Indice dei nomi di persona
    Indice dei nomi di luogo

Gabriella Piccinni

Gabriella Piccinni insegna Storia medievale presso l’Università di Siena. I suoi studi hanno avuto per oggetto la storia economica e sociale del mondo rurale ed urbano. Tra le sue pubblicazioni: Il Libro del pellegrino (Siena, 1382-1446). Affari, uomini, monete nell’Ospedale di Santa Maria della Scala (con L. Travaini, Liguori, 2003), I mille anni del Medioevo (Bruno Mondadori, 2007)

Alfio Cortonesi

Alfio Cortonesi (Montalcino 1950) è professore di Storia medievale presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università della Tuscia. Le sue ricerche vertono prevalentemente sulla storia economica e sociale dell’Europa medievale, con particolare riferimento alla storia dell’agricoltura, del mondo rurale e della cultura materiale. Tra le sue pubblicazioni recenti: Il medioevo. Profilo di un millennio (Carocci, 2008); La prima espansione economica europea. Secoli XI-XV (con L. Palermo, Carocci, 2009).

L’introduzione e l’impostazione del volume sono frutto di un lavoro comune di entrambi gli autori. I saggi che lo compongono, o parti di essi, sono riediti, talvolta con titoli diversi, con le sole modifiche necessarie per espungere riflessioni forse troppo datate ed eliminare le ripetizioni interne e con minime integrazioni bibliografiche.
1. A. Cortonesi, Note sull’agricoltura italiana fra XIII e XIVsecolo, in Europa en los umbrales de la crisis (1250-1350), Pamplona 1995, pp. 87-128.
2. G. Piccinni, L’evoluzione della rendita fondiaria in Italia(1350-1450), in Italia 1350-1450: tra crisi, trasformazione,sviluppo, atti del XIII convegno internazionale di studi del Centroitaliano di Studi di Storia e d’Arte (Pistoia, 10-13 maggio 1991),Pistoia 1992, pp. 233-271.
3. A. Cortonesi, Contrattualistica agraria e proprietà ecclesiastica (metà sec. XII-inizi sec. XIV). Qualche osservazione, in Gli spazi economici della Chiesa nell’Occidente mediterraneo (secoli XII metà XIV), atti del XVI convegno internazionale di studi del Centro italiano di studi di Storia e d’Arte (Pistoia, 16-19 maggio 1997), Pistoia 1999, pp. 89-123.
4. A. Cortonesi, Per un’indagine sui contratti agrari del Laziomeridionale nei secoli XII-XV, in Terra e lavoro nel Lazio meridionale. La testimonianza dei contratti agrari (secoli XII-XV), a cura di A. Cortonesi e G. Giammaria, Roma-Bari 1999, pp. 10-23.
5. G. Piccinni, Le donne nella mezzadria toscana delle origini. Materialiper la definizione del ruolo femminile nelle campagne, in «Ricerche Storiche», XV (1985), pp. 127-182.
6. Prima parte dell’introduzione di G. Piccinni a Il contratto dimezzadria nella Toscana medievale, III, Contado di Siena (1349-1518),Appendice: la normativa, 1256-1510, a cura di G. Piccinni, Firenze 1992,pp. 11-88.
7. A. Cortonesi, Rivendicazioni contadine e iniziativa antisignorile neltardo Medioevo. Testimonianze dal Lazio meridionale, in Protesta erivolta contadina nell’Italia medievale, a cura di G. Cherubini, in «Annali dell’Istituto Alcide Cervi», 16 (1994), numeromonografico, pp. 157-172.
8. R. Mucciarelli, G. Piccinni, Un’Italia senza rivolte? Il conflitto sociale nelle aree mezzadrili, in Protesta e rivolta contadina nell’Italia medievale, a cura di G. Cherubini, in «Annali dell’Istituto Alcide Cervi», 16 (1994), numero monografico, pp. 173-205.
9. Appendice documentaria a G. Piccinni, «Seminare, fruttare,raccogliere». Mezzadri e salariati sulle terre di Monte Oliveto Maggiore (1374-1430), Milano 1982, pp. 223-238.

Forse ti interessa anche