Economia e società a Roma tra Medioevo e Rinascimento

Studi dedicati ad Arnold Esch

A cura di Anna Esposito e Luciano Palermo
Collana: I libri di Viella, 51
Pubblicazione: Dicembre 2005
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 328, 14x21 cm, bross.
ISBN: 9788883341700
€ 25,00 -15% € 21,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 21,25
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883345562
€ 17,99
Acquista Acquista Acquista

Questo volume intende presentare le fonti economiche e sociali romane medievali e rinascimentali non solo come strumento di ricerca, ma anche come mezzo per arricchire la didattica della storia.

Ciascun saggio presenta, infatti, una specifica tipologia di documentazione e di essa illustra origine e sviluppi, contesto ed eventi coevi, contenuti e bibliografia disponibile.

Nel complesso ne scaturisce un’immagine di Roma come città pienamente inserita nel ciclo economico italiano ed europeo, con tutte le problematiche sociali proprie delle realtà urbane del tempo.

La raccolta si apre con un saggio di Arnold Esch, al quale il volume è dedicato, nel quale egli descrive il suo personalissimo approccio alla documentazione romana.

  • Anna Esposito e Luciano Palermo, Introduzione (p. vii-viii).
  • Arnold Esch, Le fonti per la storia economica e sociale di Roma nel Rinascimento: un approccio personale (p. 1-31).
  • Ivana Ait, Aspetti della produzione dei panni a Roma nel basso Medioevo (p. 33-59).
  • Giulia Barone, Eretici e repressione dell’eresia a Roma: dallo Statuto del senatore Annibaldo del 1231 agli Statuti cittadini del 1360. (p. 61-81)
  • Cristina Carbonetti Vendittelli, Il registro di entrate e uscite del convento domenicano di San Sisto degli anni 1369-1381 (p. 83-121).
  • Alfio Cortonesi, Il casale romano fra Trecento e Quattrocento (p. 123-145).
  • Anna Esposito, La normativa suntuaria romana tra Quattrocento e Cinquecento (p. 147-179).
  • Angela Lanconelli, Il commercio del pesce a Roma nel tardo Medioevo (p. 181-203).
  • Maria Luisa Lombardo, Le gabelle della città di Roma nel quadro dell’attività amministrativo-finanziaria della Camera Urbis nel secolo XV (p. 205-228).
  • Isa Lori Sanfilippo, In principio furono tredici… L’enigma del numero delle arti romane nel Duecento (p. 229-242).
  • Luciano Palermo, I mercanti e la moneta a Roma nel primo Rinascimento (p. 243-281).
  • Manuel Vaquero Piñeiro, Terra e rendita fondiaria a Roma all’inizio del XVI secolo (p. 283-316).
Forse ti interessa anche