Belluno. Statuti del 1392

A cura di Enrico Bacchetti
Collana: Quaderni del Corpus statutario delle Venezie, 3
Pubblicazione: Novembre 2005
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 262, 4 tav. col. f.t., 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883341854
€ 30,00 -15% € 25,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 25,50

La raccolta statutaria approvata nel 1392, durante il periodo in cui Belluno fece parte del dominio del signore di Milano Gian Galeazzo Visconti, è il documento fondamentale per la conoscenza del diritto proprio della comunità bellunese. Le redazioni statutarie precedenti, infatti, risultano oggi perdute e se ne hanno soltanto testimonianze tarde o indirette. Quanto agli anni successivi al periodo visconteo, ossia quelli dell’aggregazione allo stato veneziano dopo la dedizione della città una prima volta nel 1404 e poi, definitivamente, nel 1420, le disposizioni statutarie preesistenti vennero mantenute in modo pressoché integrale da parte della nuova Dominante. In sostanza, il testo del 1392 rimase in vigore per circa quattro secoli come norma della comunità fino alla caduta della Serenissima (nel 1797) e alle moderne codificazioni.

La straordinaria importanza del testo per la conoscenza della storia bellunese nei suoi più diversi risvolti ha suggerito, dopo l’edizione critica pubblicata nel 2002 nella collana Corpus statutario delle Venezie , di proporne con questo volume anche un’antologia che raccolga – in traduzione italiana – le norme più significative, ordinate sulla base dei contenuti e introdotte da chiare presentazioni. In questo modo la ricerca specialistica diventa strumento per una conoscenza diffusa, con un’operazione di forte impegno culturale.

  • Un’antologia statutaria, per un impegno di conoscenza, di Gherardo Ortalli
  • Belluno e i suoi statuti. La norma cittadina dal 1392 al 1797, di Enrico Bacchetti
  • Gli indici della raccolta statutaria
  • I testi statutari
    • I. Proemi della raccolta normativa e fedeltà al potere centrale. II. Norme contro bestemmiatori ed eretici. III. Ufficiali e pubbliche funzioni: strutture, obblighi e responsabilità. IV. Capitanati e comunità minori. V. Beni e diritti della comunità. VI. Norme procedurali. VII. I banditi. VIII. Disposizioni riguardanti l’arresto e il carcere. IX. La taverna e il gioco. X. Norme contro la falsa testimonianza e la falsificazione di documenti e monete. XI. Gli incendi. XII. I furti e le rapine. XIII. Insulti, percosse, minacce, violenze e risse. XIV. Violenza carnale, adulterio e comportamenti sessuali. XV. Disposizioni contro gli omicidî. XVI. Pubblica sicurezza e guardie. XVII. Funzioni dei notai. XVIII. La famiglia. XIX. Il culto dei morti. XX. Norme in materia di successione. XXI. Regolamentazione della caccia. XXII. Disposizioni riguardanti le festività. XXIII. Igiene pubblica, manutenzione dei beni pubblici e approvvigionamenti. XXIV. Livelli e contratti agricoli. XXV. Allevamento, attività agricole e danni dati. XXVI. I mercati. XXVII. Disposizioni riguardanti le attività commerciali e i lavoratori in genere. XXVIII. Importazione ed esportazione di beni. XXIX. Il sistema dei dazi. XXX. Disposizioni riguardanti il dazio del vino. XXXI. Disposizioni riguardanti il dazio del pane. XXXII. Disposizioni riguardanti il dazio del ferro. XXXIII. Disposizioni riguardanti il dazio degli animali. XXXIV. Disposizioni riguardanti la muda di Ponte nelle Alpi. XXXV. Disposizioni riguardanti la muda di San Boldo. XXXVI. Disposizioni riguardanti il dazio della stadera. XXXVII. Disposizioni riguardanti la muda delle zattere. XXXVIII. Disposizioni riguardanti il dazio delle pelli, del cuoio e simili. XXXIX. Disposizioni riguardanti il dazio della liretta. XL. Disposizioni in materia fiscale e privilegi. XLI. Le relazioni con la Chiesa. XLII. Intangibilità delle norme.
  • Glossario

Testi scelti, tradotti e annotati da Enrico Bacchetti
Presentazione di Gherardo Ortalli

Gherardo Ortalli

Gherardo Ortalli insegna Storia medievale presso l’Università di Venezia.

Forse ti interessa anche