Il registro di Andrea Sapiti, procuratore alla curia avignonese

Barbara Bombi
Collana: Ricerche dell’Istituto Storico Germanico di Roma, 1
Pubblicazione: Maggio 2007
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 412, 15,5x23 cm, bross.
ISBN: 9788883341922
€ 40,00 -15% € 34,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 34,00
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883347108
€ 25,99
Acquista Acquista Acquista

Il notaio fiorentino Andrea Sapiti, trasferitosi in Francia all’inizio del Trecento, per circa trent’anni – dal 1308 al 1338 – fu il procuratore dei re d’Inghilterra Eduardo II e Eduardo III presso la curia papale avignonese. Oltre ai due sovrani, rappresentò e curò gli interessi anche di numerosi esponenti della nobiltà e dell’alto clero inglese.

Il registro che tenne di questa sua attività costituisce pertanto una fonte unica nel suo genere, preziosa per lo studio delle relazioni tra la corona inglese e la curia papale negli anni che precedettero lo scoppio della guerra dei Cent’Anni.

Dall’analisi del registro di Andrea Sapiti, inoltre, emergono particolari inediti – e che aprono nuove prospettive di ricerca – sulla pratica di inviare petizioni presso la cancelleria apostolica e sull’attività dell’amministrazione curiale nei primi decenni del XIV secolo.

  • Premessa
  • Introduzione
    • I. Andrea Sapiti. Cenni biografici
      • 1. I Sapiti e Firenze
        2. L’Inghilterra e la Francia
        3. Andrea Sapiti, procuratore presso la curia papale
        3.1. Procuratore dell’arcivescovo di Canterbury. 3.2. La vacanza della sede apostolica e l’inizio del pontificato di Giovanni XXII. 3.3. L’attività di Andrea Sapiti tra il 1319 e il 1327.
        4. Il regno di Edward III
        4.1. I Sapiti tra il 1327 e il 1332. 4.2. Gli ultimi anni di attività di Andrea Sapiti.
    • II. Il registro di Andrea Sapiti
      • 1. Datazione
        2. Contenuti
        2.1. La cancelleria apostolica. 2.2. I tribunali di curia. 2.3. La camera apostolica. 2.4. La penitenzieria apostolica.
        3. Il registro e gli interessi della famiglia Sapiti
    • III. L’edizione del registro di Andrea Sapiti
      • 1. Cenni sulla storia del manoscritto
        2. Descrizione del manoscritto
        3. Note all’edizione
  • Edizione
    • Parte prima
    • Parte seconda
  • Abbreviazioni
    Bibliografia
    • 1. Fonti inedite
      2. Fonti edite
      3. Studi

Barbara Bombi

Barbara Bombi ha studiato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia Medievale nel 2001. Ha in seguito ottenuto borse di post-dottorato presso l’Istituto Storico Germanico di Roma, l’Università di Padova e l’Università di Oxford e è attualmente Lecturer in Medieval History presso l’University of Kent, Canterbury.

Forse ti interessa anche