Idolatria e identità creola in Perù

Le cronache andine tra Cinquecento e Seicento

Luigi Guarnieri Calò Carducci
Collana: I libri di Viella, 63
Pubblicazione: Gennaio 2007
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 176, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883342394
€ 18,00 -5% € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 17,10
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883345302
€ 11,99
Acquista Acquista Acquista

Il Nuovo Mondo rappresentò per l’Europa iberica e cattolica una sfida per le tematiche sollevate dal punto di vista religioso: era già stato predicato il Vangelo, c’erano tracce del passaggio degli apostoli? L’evangelizzazione era il primo passo verso la correzione dello stato idolatrico in cui gli indios erano caduti o in cui erano sempre vissuti?

La questione dell’idolatria era connesso con quella dell’origine degli indios, e nel Perù vicereale i due temi stimolarono la ricerca di una formulazione di una storia che, pur utilizzando canoni e quadri di riferimento europei, se ne distaccava per quanto riguardava la collocazione degli avvenimenti in un ambiente naturale, ma anche sociale, diverso. La storia degli indios fu immessa nell’ambito della storia universale, contribuendo alla formazione di una storia peruviana e di una coscienza creola.

  • Introduzione
  • 1. L’idolatria in Perù
    • Le prime definizioni dell’idolatria del Nuovo Mondo. L’idolatria e l’evangelizzazione delle Ande. Idolatria e ordine politico. Idolatria e metodi d’evangelizzazione. L’ipotesi dell’evangelizzazione preispanica. L’idolatria nel terzo Concilio di Lima.
  • 2. L’idolatria creola
    • Il ritorno dell’ipotesi dell’apostolo. Indios ed ebrei idolatri. L’idolatria secondo gli estirpatori. L’idolatria nelle cronache del Seicento. L’idolatria creola.
  • 3. I tentativi di collocazione storiografica degli indios nella storia universale
    • La questione dell’origine degli indios nella prima storiografia spagnola sul Nuovo Mondo. Gli ebrei nel Nuovo Mondo. La teoria giudeogenetica e il padre Acosta.
  • 4. La questione dell’origine degli indios nelle cronache andine del Seicento
    • García e la prospettiva creola. Pedro Simón e la teoria camitica. Antonio de la Calancha e la difesa degli indios. Calancha sull’origine etnica e la società creola. Dall’ipotesi indocentrica di León Pinelo alla sintesi giuridica di Solórzano y Pereira. Reminiscenze andine e speranza messianica d’Israele, ossia gli ebrei sono indios. Diego Andrés Rocha, ossia gli indios sono spagnoli, ebrei, tartari.
  • Conclusione
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi

Luigi Guarnieri Calò Carducci

Luigi Guarnieri Calò Carducci insegna Storia dell’America Latina nel Dipartimento di Studi Umanistici, Università Roma Tre. Si è occupato di storia andina in epoca moderna e contemporanea, relazioni politiche e culturali tra Italia e Perù, Ecuador e Bolivia, storia intellettuale latinoamericana. Attualmente è presidente di AHILA, Asociación de Historiadores Latinoamericanistas Europeos.

Forse ti interessa anche