Ragion pastorale, ragion di stato

Spazi dell’allevamento e spazi dei poteri nell’Italia di età moderna

Saverio Russo, Biagio Salvemini
Collana: I libri di Viella, 64
Pubblicazione: Gennaio 2007
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 224, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883342431
€ 20,00 -5% € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 19,00
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883345319
€ 12,99
Acquista Acquista Acquista

L’allevamento è stato a lungo un elemento di grande rilevanza, ma relativamente poco studiato, delle campagne italiane di antico regime.

Attorno alle greggi e alle mandrie, solo di rado rinchiuse in ovili e stalle, molto più spesso vaganti o transumanti, si sono costruiti saperi, interessi, percezioni, un universo sociale, normativo ed istituzionale di straordinaria complessità. Animali e pastori hanno per secoli attraversato, e talora turbato, confini politici e simbolici, possessi attentamente sorvegliati e rivendicati; a volte hanno prodotto pesanti apparati giurisdizionali, piegando lo spazio umanizzato in forme apparentemente spurie. Ne sono derivate forme acute di conflittualità, che hanno investito poteri centrali e locali, rimescolando gruppi, identità e gerarchie sociali, diritti e privilegi.

Attraverso studi di caso tratti dal mondo della produzione animale, questo libro cerca di rileggere aspetti non secondari della configurazione dei poteri dell’Italia di età moderna

  • Premessa
  • 1. Pratiche e saperi dell’allevamento
    • 1.1. Un mondo residuale?. 1.2. Alpeggi e pascoli invernali. 1.3. Nei luoghi della mezzadria. 1.4. Fra feudi e città contadine. 1.5. “Razze nostrane” e pratiche locali.
  • 2. Gli spazi del mercato
    • 2.1. Transumanze commerciali. 2.2. “Grascia”, eserciti, agricoltura. 2.3. Le fameliche capitali. 2.4. La città di Napoli e il mercato degli ovini. 2.5. Fiere e mercati. 2.6. Il circuito della lana. 2.7. Gli altri prodotti dell’allevamento.
  • 3. Direzioni e forme del mutamento: poteri, conflitti, spazi
    • 3.1. Sull’Appennino nord-orientale: quidam divites, totus populus. 3.2. La quadrettatura dei poteri. 3.3. Spazi dell’allevamento, spazi dei poteri.
  • 4. Fra “vaghi scacchieri” e “armoniche proporzioni”: fare pastorizia sotto la Dogana di Foggia
    • 4.1. La grande transumanza a istituzionalizzazione debole: il caso sardo. 4.2. La grande transumanza istituzionalizzata. 4.3. La Dogana di Foggia: dalla misura degli uomini alla misura degli spazi. 4.4. L’ordine del “vago scacchiero” e il disordine delle pratiche. 4.5. Spazi e tempi della pastorizia transumante. 4.6. «Maledetti compassatori… gente furba e di rapina».
  • 5. Ingorgo istituzionale e strutturazione del territorio nelle Murge pugliesi
    • 5.1. Le comunità locali e la minaccia cerealicolo-pastorale. 5.2. Le vicende dell’insediamento fra medioevo ed età moderna. 5.3. Nelle Murge meridionali: una platea baronale nello spazio conteso. 5.4. I “musciali” di Barletta. 5.5. Un’”isola di organizzazione sociale”: l’Alta Murgia.
  • 6. Il re allevatore, il re cacciatore
    • 6.1. Le cavallerizze. 6.2. Cacce nobiliari, cacce regie. 6.3. Allevare per la “pubblica felicità”.
  • 7. Epilogo. Negli spazi proprietari
    • 7.1. Uso, diritto, scienza. 7.2. Le ambiguità delle “riforme” pastorali. 7.3. Gli spazi “inutili”: l’Alta Murgia da sistema agro-pastorale a parco rurale. 7.4. Gli spazi “utili”: il terribile diritto del marchese Sgariglia.
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi di luogo e di persona

Saverio Russo

Saverio Russo insegna Storia moderna presso l’Università di Foggia.

Biagio Salvemini

Biagio Salvemini insegna Storia moderna presso l’Università di Bari e dirige il Centro di Ricerca Interuniversitario per l’Analisi del territorio.
e-mail: b.salvemini@lettere.uniba.it

Saverio Russo è autore dei capitoli II e VI e dei paragrafi 1 e 2 del capitolo IV; Biagio Salvemini è autore delle altre parti.

Forse ti interessa anche