I diari e le agende di Luca Pietromarchi (1938-1940)

Politica estera del fascismo e vita quotidiana di un diplomatico romano del ’900

A cura di Ruth Nattermann
Collana: Ricerche dell’Istituto Storico Germanico di Roma, 5
Pubblicazione: Settembre 2009
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 572, 16 ill. b/n, 15,5x23 cm, bross.
ISBN: 9788883343698
€ 45,00 -15% € 38,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 38,25
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883347146
€ 29,99
Acquista Acquista Acquista

Il conte Luca Pietromarchi (1895-1978), entrato al Ministero degli Esteri nel 1930, fu uno stretto collaboratore del ministro Galeazzo Ciano. Durante la partecipazione dell’Italia fascista alla guerra civile in Spagna dal 1936 al 1939 diresse l’Ufficio Spagna. A partire dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale e fino al giugno 1940 presiedette l’Ufficio Guerra Economica che si occupava dei problemi legati al blocco marittimo applicato da Francia e Inghilterra contro l’Italia. Dopo l’entrata in guerra, Ciano pose il diplomatico alla guida del Gabinetto Armistizio e Pace. Negli anni seguenti, tale ufficio fu competente per gli affari politici ed economici nelle zone d’occupazione italiane in Slovenia, Croazia, Dalmazia, Montenegro e Grecia. Pietromarchi divenne in tal modo uno dei principali funzionari della politica d’occupazione italiana in Europa.

Introdotta e commentata, questa edizione presenta integralmente gli appunti del diplomatico che rispecchiano, fra l’altro, le vicende della guerra civile spagnola, l’annessione dell’Austria, le leggi razziali, ed i primi anni della seconda guerra mondiale. Gli appunti offrono inoltre un affascinante affresco della vita quotidiana di un diplomatico, ma anche di un nobile romano, del ‘900, con le sue vaste reti relazionali e i suoi interessi culturali.

  • Introduzione, di Ruth Nattermann
  • Gli appunti del diplomatico Luca Pietromarchi (1938-1940)
    • I. La biografia
    • II. I diari e le agende
      • 1. Consistenza e storia. 2. Funzione e intenzione. 3. La veste editoriale
    • III. Il diarista Pietromarchi
      • 1. Vita quotidiana e interessi culturali. 2. La psicologia del diarista. 3. Le reti relazionali
    • IV. Pietromarchi e la politica
      • 1. La guerra civile spagnola. 2. L’“Anschluss” dell’Austria. 3. L’antisemitismo. 4. La Seconda guerra mondiale
    • Ringraziamenti
  • Diari e agende di Luca Pietromarchi
    • 1938
      1939
      1940
  • Nota biografica
  • Fonti e bibliografia
  • Indice dei nomi
    Indice dei luoghi
    Indice dei luoghi a Roma

Ruth Nattermann

Ruth Nattermann, nata nel 1972, dottoressa di ricerca, collabora con l’Istituto storico germanico di Roma e con il Centro di ricerca in storia contemporanea presso l’Università di Amburgo. Si occupa della storia dell’Italia fascista e delle sue relazioni colla Germania nazista, della memoria della Shoah e della storia ebreo-tedesca. Tra le sue pubblicazioni: Deutsch-jüdische Geschichtsschreibung nach der Shoah. Die Gründungs- und Frühgeschichte des Leo Baeck Institute, Essen 2004.

Forse ti interessa anche