Pietre e fucili

La protesta sociale nelle campagne croate di fine Ottocento

Stefano Petrungaro
Collana: Interadria. Culture dell’Adriatico, 13
Pubblicazione: Settembre 2009
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 312, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883343926
€ 30,00 -15% € 25,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 25,50
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867281336
€ 19,99
Acquista Acquista Acquista

False voci, campane e bandiere: nella Croazia di fine Ottocento i contadini e le contadine si allarmano e danno voce al proprio malcontento. Croati e serbi protestano contro le decisioni del ceto politico al potere, contestano le elezioni e gli elettori. A tentare di mantenere l’ordine vi sono i gendarmi, che vigilano, sparano, arrestano. Viene quindi la volta di magistrati e avvocati difensori, che giudicano quegli atti di ribellione.

La ricerca ricostruisce i fatti e li scandaglia al fine di gettare una nuova luce sulla fin de siècle croata e sul conflitto sociale che la attraversa. Le proteste collettive e la loro repressione vengono decostruite per comprendere gli effetti dell’abolizione del Confine militare e come vengono vissuti i processi di integrazione nazionale, di apprendistato alla politica nelle campagne, di democratizzazione della società.

  • Introduzione
  • Ringraziamenti
  • 1. Un’onda lunga
  • 2. Si stava meglio quando si stava peggio
    • C’era una volta il Confine. Precedenti di rivolte, tra diritti, religioni - e uniformi. Difesa degli usi consuetudinari e richiamo alle «antiche leggi». Il matrimonio civile. Ribellarsi ma non troppo.
  • 3. Incomprensioni e fratture: la comunità di villaggio
    • Ciccione magiarone. Il magiarone interno. Le voci. Le campane. La gente mormora. Pagheremo la tassa per il sole. La signora del parroco. Loro sanno scrivere. L’ebreo. La grappa. Antefatti e vecchi rancori. Incontri di sacro e profano. Che ridere!
  • 4. La violenza popolare
    • Dal sussurro al grido. La cattura e il pestaggio. Confessare con la zappa. Senza rimorso. Il nemico bestiale. Dalle parole ai fatti: non solo Sjenièak. Le rivolte di stampo socialista.
  • 5. La repressione
    • Arrivano i rinforzi. «Come in stato d’assedio». In attesa di giudizio. La modernità del prijeki sud. L’inasprimento della politica giudiziaria. La moderna liturgia del castigo. La costruzione di uno stato moderno.
  • 6. Al fuoco dell’onore
    • Per modo di dire. Fiamme festose di paura. L’incendio vendicatore, tra tradimenti e questioni d’onore. Donne infuocate, maschi disonorati. Riaccendere la miccia.
  • 7. Preti all’attacco, pope in fuga
    • Camicioni contro pantaloni. Padre Firinger e colleghi all’attacco. Il pope Nikoliš e colleghi in fuga. I diversi percorsi della politicizzazione popolare.
  • 8. La parola agli avvocati difensori
    • Letteratura e diritto. La «psicologia fisiologica». Diritto e politica. Sporcizia, malattia e disordine. Sguardi a confronto.
  • 9. Eredità contese
    • La tradizione delle rivolte contadine feudali. Confinari patriottici. Confinari (croati) patriottici. Confinari aiducchi. Il Confine nell’aria.
  • 10. Bandiere al vento
    • Bandiere cruciali e irriconoscibili. Non solo bandiere. Pedagogie popolari e catechismi laici. Per una filogenesi della «voce» e del suo rapporto. con la bandiera ungherese. L’invasione degli spazi e degli immaginari pubblici.
  • 11. L’evoluzione della protesta sociale
    • Da confinari a cosa?. Da soldati a civili. Identità di frontiera. Tra frontiere vecchie e nuove.
  • Appendice. Per una cronologia dei tumulti del 1897
  • Bibliografia
  • Indice dei nomi
    Indice dei luoghi

Stefano Petrungaro

Stefano Petrungaro è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Storia dell’Università di Padova e collabora con il Dipartimento di Storia dell’Università di Zagabria. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Riscrivere la storia. Il caso della manualistica croata, 1918-2004 (Aosta 2006; trad. croata Zagabria 2009) e, con Laura Cerasi e Rolf Petri, Porti di frontiera. Il sistema portuale e industriale altodriatico tra le due guerre (Roma 2008); ha curato il volume Fratelli di chi. Libertà, uguaglianza e guerra nel Quarantotto asburgico (Santa Maria Capua Vetere 2008).

Forse ti interessa anche
  • Il patrimonio industriale
    a cura di Silvana Collodo e Giovanni Luigi Fontana
    2008, pp. 532
    € 70,00 -15% € 59,50
  • Industria e commercio a Trieste, Fiume e Pola tra le guerre mondiali
    Laura Cerasi, Rolf Petri, Stefano Petrungaro
    2008, pp. 216
    € 22,00 -15% € 18,70
  • The Balkan Catholics between Roman Reform and Ottoman Reality
    Antal Molnár
    2019, pp. 268
    € 40,00 -15% € 34,00
  • I racconti originali del naufragio dei Veneziani nei mari del Nord
    Edizione e note a cura di Angela Pluda
    2019, pp. 100
    € 20,00 -15% € 17,00