I taumaturghi della società

Santi e potere politico nel secolo dei Lumi

Pasquale Palmieri
Collana: Sacro/santo, 15
Pubblicazione: Aprile 2010
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 296, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883344374
€ 30,00 -15% € 25,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 25,50
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788883346019
€ 19,99
Acquista Acquista Acquista

Tra il XVIII e il XIX secolo, nel Regno di Napoli, vissero sacerdoti e alti prelati, predicatori e mendicanti, religiose terziarie e monache di clausura, visionarie, zelanti confessori, spregiudicati esorcisti che furono venerati come santi. Alcuni di loro ebbero fortune brevi o altalenanti, subirono condanne per simulazione, furono esiliati o internati; altri, dopo la morte, finirono in breve tempo nell’oblio; altri ancora furono beatificati o canonizzati.

Questo volume ripercorre le loro storie, scoprendone le valenze politiche, facendo emergere le strette relazioni con gli intrighi di corte, le derive fanatiche dei sovrani e i conflitti di potere che caratterizzarono l’epoca borbonica. Mentre il clero perdeva una parte importante dei suoi privilegi, le autorità laiche tentarono di affermare un inedito controllo sulle fortune e le miserie dei candidati alla gloria degli altari. In una società profondamente divisa tra eredità del passato e spinte innovatrici, la monarchia difendeva le sue radici sacre e parlava ai sudditi usando la lingua della devozione.\ \ Sfoglia un'anteprima

  • Prologo
    • 1. Repressione e riconoscimento. 2. Santi e identità territoriali. Note.
  • 1. Obbedire al re, obbedire a Dio. La costruzione di un culto nel secolo «guasto e corrotto»
    • 1. Capua 1734: santità o illusione diabolica?. 2. Verso la nascita di un nuovo monastero di clausura. 3. La chiesa circondata dalla «potestà delle tenebre». 4. La faticosa ricerca del consenso dei ceti dominanti. 5. La sposa del re e la sua “devota” corte. 6. Fama di santità, potere regio e nuove case missionarie. 7. La «congiura manifesta» di Tanucci, De Marco e Fraggianni (1760-1767). 8. Il monastero di San Gabriele. 9. «Li travagli, le angustie, le pene sono grazie e non castighi». 10. Dalla vicenda storico-politica al racconto agiografico: linee di una strategia. Note.
  • 2. Veri e falsi santi di fronte ai monarchi
    • 1. Isabella Milone «strega, maliarda e fattucchiera». 2. Dall’esilio alla gloria degli altari: Pompilio Maria Pirrotti. 3. La monaca santa e la regina: Maria Maddalena Sterlich e Maria Amalia di Sassonia. 4. Una nuova immagine del potere monarchico?. Note.
  • 3. Alfonso Maria De Liguori tra realtà e rappresentazione: una nuova idea di santità?
    • 1. Nuove proposte di santità tra gli anni Trenta e gli anni Sessanta. 2. Discipline a sangue e controllo sociale: Alfonso agiografo dei suoi confratelli. 3. «Anco i sacerdoti fanno così»: un profilo di santità tra il clero secolare. 4. Soccorrere il popolo nell’anno della fame. 5. Ragion di stato e pietà regia: scrivere di Alfonso Maria De Liguori negli anni della Rivoluzione. 6. Alfonso e i ministri «troppo stretti di petto». 7. «Chiama i capi popolari, raccomanda la quiete». 8. La «fedeltà dei vassalli». 9. «Quello che un sovrano tocco da Dio può fare di bene, nol possono fare mille missioni». Note.
  • 4. Guarire i mali del secolo: agiografie della controrivoluzione
    • 1. «Il maggiore e più sacro trono della terra»: potere ecclesiastico e rivoluzione. 2. Devoti e promotori del culto di Maria Francesca delle Cinque Piaghe. 3. I «servi di Dio che si adoperaron pel bene spirituale e temporale della città di Napoli»: nuove strategie agiografiche nell’opera di Pietro Degli Onofri. 4. Celebrare i sovrani, promuovere il culto dei santi. 5. «Molto avrebbe giovato pel buon costume!». 6. Alfiere di Carlo, soldato di Dio. 7. «Coerenza, o massoni!». 8. «Dia Vostra Maestà a me la licenza e permesso di illuminare Napoli di notte!». 9. Scrivere di santi, stare al passo con i tempi. Note.
  • 5. Diventare santi remando contro i tempi: eroi del popolo nell’età di Napoleone
    • 1. «Non temo di voi, né di centomila come voi!»: santi antigiacobini. 2. Candidati santi e famiglie reali: un legame costante. 3. Il corpo del santo «dal privato» alla «pubblica via». 4. Il filo ininterrotto del gesuitismo. 5. Santità e regalità. Note.
  • Epilogo
    • Note.
  • Opere citate
  • Indice dei nomi

Pasquale Palmieri

Pasquale Palmieri, dottore di ricerca in Storia della società europea, è attualmente borsista post-dottorato presso l’Istituto di Scienze Umane di Firenze. I suoi interessi sono rivolti alla storia politica e religiosa in età moderna e contemporanea.

Forse ti interessa anche