Nino Visconti di Gallura

Il dantesco Giudice Nin gentil tra Pisa e Sardegna, guelfi e ghibellini, faide cittadine e lotte isolane

Michele Tamponi
Collana: Fuori collana
Pubblicazione: Giugno 2010
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 792, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883344541
€ 40,00 -5% € 38,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 38,00

Amico di Dante, che ne rievoca gli affetti familiari nel canto VIII del Purgatorio, nipote del conte Ugolino della Gherardesca, esponente di punta della schiatta pisana dei Visconti che dagli albori del XIII secolo esercitò poteri sovrani su parte della Sardegna, Nino “giudice” di Gallura si colloca nel mezzo di molte delle crude vicende e delle sanguinose tensioni che animarono la seconda metà di quel secolo. Testimone ancora bambino dell’ostilità verso Carlo I d’Angiò, accresciuta dall’orrore per la decapitazione del sedicenne Corradino di Svevia; provato, poco più che ragazzo, dall’infausta disfatta della Meloria, causa prima della decadenza pisana; incautamente prestatosi ad affiancare suo nonno nel governo della città, e travolto dalla congiura culminata nella tragedia della Muda; costretto all’esilio e a guerreggiare contro la madrepatria, fino a rivestire, dopo avere combattuto anche a Campaldino, il ruolo di capitano della taglia guelfa di Toscana; spirato in terra sarda nella disperata difesa del Regnum Gallurie, proprio alla vigilia di quell’infeudazione dell’intera isola a Giacomo II d’Aragona che, voluta da Bonifacio VIII, avrebbe presto portato al disfacimento della lunga esperienza giudicale.

Il libro ne ricostruisce la breve vita tumultuosa ed estende l’indagine alla toccante umana ventura dell’unica figlia Giovanna, vedova a vent’anni del trevigiano Rizzardo da Camino e vittima incolpevole dei non sopiti rancori ghibellini contro l’ormai decaduta casata, ed alla più fortunata sorte di Beatrice d’Este sua sposa, rimaritata al milanese Galeazzo Visconti figlio di Matteo Magno.

  • Presentazione di Diego Quaglioni
  • Introduzione. Nino Visconti, Pisa e la Sardegna
    • 1. Nino Visconti giudice di Gallura: chi era costui? 2. Pisa, Genova e la Sardegna. 3. L’espansione del dominio pisano. 4. La progressiva integrazione dell’isola nella legislazione pisana. 5. Il distacco. 6. Il retaggio pisano.
  • Parte prima. L’epopea dei Visconti in Sardegna
  • I. La domus Vicecomitum e il suo radicamento nell’isola
    • 1. L’origine dei Visconti. 2. Genealogia dei Visconti. 3. La penetrazione pisana in Sardegna. 4. Il matrimonio di Lamberto Visconti con Elena di Gallura. 5. Il conflitto tra i Massa e i Visconti. 6. L’espansione dei Visconti. 7. Lamberto consolida il suo primato. 8. Ubaldo Visconti iunior giudice di Gallura e di Torres. 9. Ubaldo, Adelasia e la Chiesa romana.
  • II. Il giudicato di Gallura tra Papato e Impero
    • 1. Giovanni Visconti giudice di Gallura. 2. Un nuovo marito per Adelasia. 3. Le nozze tra Adelasia ed Enzo di Hohenstaufen. 4. La partenza di Enzo. 5. Il pentimento di Adelasia. 6. Il consolidamento del potere di Giovanni Visconti sul giudicato di Gallura.
  • III. Visconti e della Gherardesca: re in Sardegna, a Pisa cittadini
    • 1. I della Gherardesca. 2. Della Gherardesca e Visconti a Pisa. 3. I della Gherardesca in Sardegna. 4. La pace pisana del 1237. 5. Visconti, della Gherardesca e di Capraia alla conquista del giudicato di Calari.
  • Parte seconda. Gli anni verdi
  • IV. L’infanzia di Nino
    • 1. Nino (Ugolino) Visconti: la sua famiglia, la sua nascita. 2. Dove Nino passò la prima infanzia: le torri e le case dei Visconti. 3. Il padre di Nino: Giovanni Visconti giudice di Gallura. 4. La calata di Carlo d’Angiò, la decapitazione di Corradino di Svevia e la scomoda linea politica del padre di Nino. 5. I torbidi del 1270. 6. I nuovi torbidi. 7. Pisa contro Giovanni Visconti: l’esilio e la confisca dei suoi dominî. 8. Mire pisane sui possessi dei domini Sardinee. 9. Guelfi e ghibellini a Pisa. 10. La morte di Enzo re di Sardegna e i suoi riflessi in Pisa. 11. Giovanni Visconti nemico di Pisa.
  • V. Il piccolo re
    • 1. La formazione del giovane Nino e il ruolo dell’arcivescovo Federico Visconti. 2. Il conte Ugolino nuovo capo dei guelfi pisani fuorusciti. 3. La pace di Rinonico. 4. Nino ottiene il suo giudicato. 5. Gli anni successivi.
  • VI. L’anno della Meloria
    • 1. L’antica rivalità tra Pisa e Genova. 2. Vigilia di battaglia. 3. Il giorno di San Sisto. 4. Nino Visconti e la battaglia della Meloria. 5. Le cause del disastro pisano: dalla punizione divina al preteso tradimento del conte Ugolino. 6. Dopo la Meloria: la costituzione della lega guelfa antipisana.
  • Parte terza. L’ascesa e la caduta.
  • VII. La scalata di Nino al potere
    • 1. Pisa ghibellina si affida al guelfo Ugolino della Gherardesca. 2. Chi era il conte Ugolino? 3. La cessione delle castella e l’espansione del potere ugoliniano. 4. Nino Visconti capitano del popolo. 5. L’ascesa di Nino al governo della città.
  • VIII. Il governo dei due Ugolini
    • 1. La portata del duumvirato: una vera e radicale svolta costituzionale. 2. La cessione di Pontedera alla Parte guelfa di Firenze. 3. Nino di Gallura e Ugolino della Gherardesca “legislatori”. 4. Segue. La loro linea politica. 5. La deriva autoritaria. 6. I contrasti tra i diarchi. 7. L’uccisione di Gano degli Scornigiani e la fine della prima esperienza diarchica. 8. Un episodio dagli incerti confini: l’assassinio di Anselmo di Capraia. 9. Il nuovo duumvirato. 10. I tentativi di pace con Genova.
  • IX. La congiura dell’arcivescovo e il crollo della diarchia
    • 1. Le trame di Ruggeri degli Ubaldini. 2. L’attacco contro Nino Visconti. 3. Perché tanta avversione? 4. L’amaro ritorno in Pisa del conte Ugolino. 5. La cattura e l’atroce agonia dei Gherardeschi. 6. Le segrete intese dell’arcivescovo con la Repubblica genovese.
  • Parte quarta. L’indomito combattente
  • X. Il fuoruscito guelfo contro la patria ghibellina
    • 1. Nino contro Pisa: i primi successi. 2. La guerra guelfa. 3. Nino di Gallura capitano della taglia guelfa di Toscana. 4. La pace di Fucecchio del 12 luglio 1293. 5. Guido da Montefeltro, lo sconfitto di Fucecchio. 6. Processo all’arcivescovo.
  • XI. Ritorno in Sardegna
    • 1. La difficile decisione. 2. Tracce di un traditore: «frate Gomita, quel di Gallura». 3. Nino Visconti, Guelfo e Lotto della Gherardesca: un comune destino. 4. La fine dei della Gherardesca. 5. Contro l’Arborea. 6. Nino e la Repubblica ligure.
  • XII. Florentia extrema spes
    • 1. Nino e Firenze: un legame profondo. 2. Relazioni tra Nino e Firenze durante la guerra guelfa. 3. Dalla guerra alla pace. 4. Dopo la conclusione della guerra guelfa. Le lettere di Nino.
  • XIII. Un cuore oltre la morte
    • 1. Data di morte di Nino Visconti: le varie ipotesi. 2. 1296: perché questa conclusione. 3. Il cuore di Nino: di un monumento funebre in Lucca, delle sorprese che ha riservato e delle polemiche che ha suscitato. 4. Le tombe del cuore, una tradizione dura a morire. 5. Dove spirò Nino? 6. Due donne sole.
  • Parte quinta. L’eredità di Nino
  • XIV. Il Giudice Nin gentil: il tratto, gli affetti, le relazioni
    • 1. Forza fisica e gentilezza d’animo. 2. Il matrimonio con Beatrice d’Este. 3. La famiglia di Beatrice. 4. La vita matrimoniale. 5. Un’estense a Tempio? 6. Le amicizie: Dante Alighieri, Guittone d’Arezzo e i poeti provenzali.
  • XV. Giovanna di Gallura: da orfanella indifesa ad ambita ereditiera
    • 1. L’orfanella indifesa. 2. L’adolescente prigioniera delle trame politico-matrimoniali e l’infeudazione della Sardegna alla casa di Aragona. 3. La pletora dei pretendenti. 4. Le pressioni guelfe su Giacomo II per accasare Giovanna di Gallura. 5. Le mire dei Doria. 6. Il dramma di Giovanna, fragile oggetto conteso. 7. Il matrimonio con Rizzardo da Camino.
  • XVI. Due donne nella bufera
    • 1. Le disinvolte politiche matrimoniali di Matteo Visconti e di Azzo VIII d’Este: un nuovo marito per Beatrice. 2. La cerimonia nuziale di Beatrice e Galeazzo. 3. Rizzardo da Camino marito di Giovanna: la sua famiglia e la sua signoria. 4. Cognate agli antipodi: Giovanna di Gallura e Gaia da Camino. 5. L’assassinio di Rizzardo. 6. Il testamento di Rizzardo. 7. La desolata solitudine di Giovanna. 8. Beatrice moglie di Galeazzo: tra amarezze e rivincite. 9. Il sepolcro di Beatrice e il gallo di Gallura.
  • XVII. Ultimi bagliori del Regnum Gallurie
    • 1. Il giudicato di carta. 2. L’infeudazione della Sardegna al re d’Aragona. 3. Il fondamento della bolla pontificia di infeudazione dell’isola agli Aragonesi: Papato e Impero nella visione dantesca. 4. L’impatto della bolla di Bonifacio VIII sul Comune pisano. La conquista aragonese. 5. Il giudicato di Gallura e i Visconti di Milano. 6. La singolare rivendicazione della Gallura da parte dei marchesi di Saluzzo.
  • Parte sesta. Suggestioni poetiche, letterarie, religiose
  • XVIII. Nino di Gallura nel canto VIII del Purgatorio
    • 1. Premessa. 2. L’incontro tra Nino e Dante: i segni dell’amicizia. 3. Giovanna in Dante. 4. Beatrice d’Este in Dante. 5. Da Beatrice all’incostanza femminile. 6. Il gallo di Gallura e la vipera viscontea. 7. L’origine del gallo di Gallura. 8. Le ragioni dell’ostilità dantesca verso Beatrice estense. 9. Conclusione: la figura di Nino nella luce dantesca.
  • XIX. Tra storia e letteratura
    • 1. Nino nella letteratura. 2. Beatrice nella letteratura. 3. Di un romanzo storico dedicato a Giovanna. 4. Giovanna nella letteratura minore. 5. Di una singolare recente scoperta: Giovanni Visconti poeta? 6. Adelasia di Torres nella letteratura. 7. La letteratura su Enzo re di Sardegna.
  • XX. All’ombra del poverello di Assisi
    • 1. Un asilo privilegiato: chiese e tonache francescane nei secoli XIII e XIV. 2. La figura di Francesco d’Assisi e il suo ascendente nel secolo XIII. 3. Due chiese, una storia. 4. Nino di Gallura e i francescani radicati in Sardegna. 5. Nel segno di Nino: i francescani in Gallura dal Medioevo ai giorni nostri. 6. Congedo: un immaginario testamento.
  • Bibliografia
  • Fonti
    Letteratura
  • Indice dei nomi e dei luoghi

Presentazione di Diego Quaglioni

Michele Tamponi

Michele Tamponi è ordinario di diritto privato nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Luiss Guido Carli di Roma. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Una proprietà speciale (Padova 1983), L’atto non autorizzato nell’amministrazione dei patrimoni altrui (Milano 1992) e la cura del volume Patrimoni separati e cartolarizzazione (Roma 2006).

Forse ti interessa anche