Cesare Baronio tra santità e scrittura storica

A cura di Giuseppe Antonio Guazzelli, Raimondo Michetti e Francesco Scorza Barcellona
Collana: Studi e ricerche. Università di Roma Tre, 29
Pubblicazione: Giugno 2012
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 568, ill. b/n, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883344688
€ 40,00 -15% € 34,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 34,00
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867282722
€ 25,99
Acquista Acquista Acquista

I saggi riuniti in questo volume indagano il rapporto tra santità e scrittura storica nella produzione di Cesare Baronio (Sora 1538-Roma 1607), prete oratoriano e successivamente cardinale, proponendosi di rispondere a due interrogativi collocati sul crinale che unisce e separa, all’inizio dell’età moderna, la storia e la teologia.

Il primo riguarda i parametri utilizzati per stabilire la verità storica nel periodo oggetto della sua attenzione, dalla Chiesa antica a quella medievale. Baronio fu incaricato dalla Curia romana di replicare con gli Annales Ecclesiastici alle protestanti Centurie di Magdeburgo e, all’interno della riforma liturgica postridentina, di assumere un ruolo decisivo nella redazione del Martyrologium Romanum. Oggetto degli studi sono anche i modi con i quali l’accertamento storico-filologico del documento e le problematiche della storiografia umanistica si siano o no saldate con la necessità di riaffermare, dopo la Riforma protestante, il primato di Roma.

Il secondo riguarda la sua attività diplomatica e gli effetti concreti sulla sua scrittura storica: dal confronto con la Corona di Spagna fino ai rapporti con Venezia, dall’azione a favore della Corona francese all’attenzione verso l’Europa orientale. Nel complesso, dai saggi emerge il superamento della polemica storiografica odierna sulla Controriforma, tra denigrazione ed esaltazione del Baronio, per ricollocare il suo lavoro nel cantiere della ricerca storica tra i secoli XV e XVIII.

  • Francesco Scorza Barcellona, Premessa (p. vii-x)
  • Raimondo Michetti, Introduzione (p. xi-xxxi)
  • I. Storia e santità nelle opere di Cesare Baronio
    • Simon Ditchfield, Baronio storico nel suo tempo (p. 3-21)
    • Mario Mazza, La metodologia storica nella Praefatio degli Annales Ecclesiastici (p. 23-45)
    • Marina Benedetti, Cesare Baronio e gli eretici: le fonti della controversia (p. 47-64)
  • II. Biografia e agiografia
    • Giuseppe Antonio Guazzelli, Baronio attraverso il Martyrologium Romanum (p. 67-110)
    • Giuseppe Finocchiaro, La dispersa Historia delle sante vergini forestiere di Antonio Gallonio. Una vicenda editoriale (p. 111-121)
    • Tommaso Caliò, L’immagine agiografica di Cesare Baronio (p. 123-135)
    • Edoardo Aldo Cerrato, Il Processo di Beatificazione di Cesare Baronio: dall’introduzione della Causa ai nostri giorni (p. 137-194)
    • Francesco Scorza Barcellona, Gli Atti dei Martiri negli Annales Ecclesiastici (p. 195-221)
    • Sara Cabibbo, Carmela Compare, La santità martiriale femminile tra modello e paradigma (p. 223-245)
  • III. Baronio in Europa
    • Stefano Andretta, Cesare Baronio e Venezia (p. 249-279)
    • Paolo Broggio, Baronio e la controversia de auxiliis: discussioni dottrinali e posizionamenti politici durante il pontificato di Clemente VIII (p. 281-308)
    • Giovanna Brogi Bercoff, Baronio storico e il mondo slavo (p. 309-323)
    • Andrea Ceccherelli, Annales Ecclesiastici e Martyrologium Romanum come fonti per la correzione delle Vite di Santi di Piotr Skarga (p. 325-340)
    • Manfredi Merluzzi, Considerazioni su Cesare Baronio e la Spagna, tra controversia politica e ricezione erudita (p. 341-365)
    • Bernard Dompnier, Baronio nelle controversie del XVII secolo tra cattolici e protestanti francesi (p. 367-389)
  • IV. Tra iconografia e archeologia
    • Lucrezia Spera, Cesare Baronio, «peritissimus antiquitatis», e le origini dell’archeologia cristiana (p. 393-423)
    • Ingo Herklotz, Chi era Priscilla? Baronio e le ricerche sulla Roma sotterranea (p. 425-444)
    • Alessandro Zuccari, Baronio e l’iconografia del martirio (p. 445-502)
  • Giuseppe Antonio Guazzelli, Riflessioni conclusive (p. 503-516)
  • Indice dei nomi (p. 517-535)
Forse ti interessa anche