Etica della conservazione e tutela del passato

Licia Vlad Borrelli
Collana: I libri di Viella. Arte
Pubblicazione: Maggio 2012
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 224, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883347566
€ 26,00 -15% € 22,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,10

La difesa del territorio, la protezione dell’ambiente, la salvaguardia delle memorie si pongono oggi sempre più come questioni imprescindibili per una migliore qualità della vita: la corsa contro il tempo, che non riguarda più solo tecnici e studiosi, ma deve necessariamente arrivare a coinvolgere tutta la società civile, deve dunque avere come obiettivo la creazione di saperi condivisi, di consapevolezze più profonde e radicate, di una diffusa «cultura della conservazione» come mezzo di sopravvivenza. Sono in fondo questi i temi intorno a cui ruotano da sempre, da tutta una vita è proprio il caso di dire, le riflessioni di Licia Vlad Borrelli, di cui questo volume di scritti vuole offrire una panoramica, che tenti di dare conto – pur nella vastità dei temi affrontati, delle occasioni, dei luoghi, e anche del mutare delle sensibilità – di un impegno e di una coerenza che sono la cifra personale di questa studiosa.

  • Nota dei curatori (p. 9-12)
  • Giuseppe Basile, “Spirito di servizio”. Conversazione con Licia Vlad Borrelli (p. 13-33)
  • Almamaria Mignosi Tantillo, Dietro le pagine (p. 35-67)
  • 1. Un esordio privilegiato (p. 71-75)
  • 2. Attualità della Teoria del restauro di Cesare Brandi (p. 77-90)
  • 3. L’archeologia italiana prima e dopo la Teoria del restauro di Cesare Brandi (p. 91-104)
  • 4. Destino dei teatri antichi (p. 105-110)
  • 5. Gli Elgin Marbles e la cleaning controversy. Sessant’anni dopo (p. 111-127)
  • 6. La patina (p. 129-137)
  • 7. Il caso dei Cavalli di San Marco (p. 139-148)
  • 8. Il contributo di Cesare Brandi alla moderna storia della conservazione (p. 149-155)
  • 9. Una nuova lettura dell’archeologia attraverso il paesaggio (p. 157-165)
  • 10. Archeologia e qualità della vita, dopo il declino dell’assalto edilizio e l’insorgenza dei nuovi rischi (p. 167-181)
  • 11. Il tempo accelerato del degrado dei manufatti archeologici. Strategie di difesa (p. 183-196)
  • 12. Pallottino di fronte alle nuove strade dell’archeologia (p. 197-207)
  • Bibliografia di Licia Vlad Borrelli (p. 209-222)

Licia Vlad Borrelli

Licia Vlad Borrelli, archeologa, allieva di Ranuccio Bianchi Bandinelli e collaboratrice di Cesare Brandi all’Istituto Centrale del Restauro, di cui dirigerà a lungo il settore archeologico, è stata ispettore centrale del Ministero per i Beni e le Attività culturali, impegnata in missioni di scavo, restauro, consulenze sia in Italia che all’estero, membro di commissioni internazionali (presso l’Unesco, il Consiglio d’Europa e altri ancora), insegnante all’ICR, in varie università e scuole di perfezionamento. È da sempre impegnata a coniugare lavoro sul campo e riflessione critica, uso corretto delle fonti e giudizio storico, interdisciplinarietà e competenze specifiche, fiducia nella scienza e ricerca storica, didattica e studio, nella convinzione che la “verità”, in questa come in altre discipline, si possa raggiungere solo attraverso il continuo confronto e verifica dei metodi di indagine.

1. Un esordio privilegiatoè stato pubblicato in La Passione e l’Arte a Palazzo Squarcialupi.Cesare Brandi e Luigi Magnani collezionisti, a cura di L. Fornari Schianchi, A.M. Guiducci, Torino 2006, pp. 55-58, con il titolo Testimonianze dall’Istituto Centrale del Restauro. Un esordio privilegiato.

2. Attualità dellaTeoria del restauro di Cesare Brandiè stato pubblicato in Cesare Brandi. Teoria ed esperienza dell’arte, Atti del Convegno, Siena, 12-14 novembre 1998, Milano 2001 («Quaderni del CERR», Centro Europeo di Ricerca sulla Conservazione e sul Restauro di Siena. 1), pp. 14-24.

3. L’archeologia italiana prima e dopo laTeoria del restaurodi Cesare Brandi è stato pubblicato in La teoria del restauro nel Novecento da Riegl a Brandi, Atti del Convegno internazionale di studi, Viterbo, 12-15 novembre 2003, a cura di M. Andaloro, Firenze 2006, pp. 215-224.

4. Destino dei teatri antichi è stato pubblicato in Teatri antichi nell’area del Mediterraneo, conservazione programmata e fruizione sostenible. Contributi analitici alla Carta del rischio, Atti del II Convegno internazionale di studi La materia e i segni della storia, Siracusa, 13-17 ottobre 2004, a cura di D. La Manna, E. Lentini, Palermo 2007, pp. 16-19.

5. Gli Elgin Marbles e lacleaning controversy. Sessant’anni dopo è stato pubblicato in Il pensiero di Cesare Brandi dalla teoria alla pratica, Atti dei Seminari di München, Hildesheim, Valencia, Lisboa, London, Warszawa, Bruxelles, Paris, a cura di G. Basile, Saonara (Pd) 2008, pp. 172-181, con il titolo Gli Elgin Marbles e la «patina controversy» sessant’anni dopo.

6. La patinaè un testo inedito che riprende e rielabora la prima parte della relazione Il punto di vista dell’archeologo, tenuta al Workshop di Firenze, 4-5 maggio 2004, i cui Atti sono stati pubblicati con il titolo Le patine. Genesi, significato, conservazione, a cura di P. Tiano, C. Pardin, Firenze 2005, pp. 67-74 («Quaderni di Kermes», 2).

7. Il caso dei Cavalli di San Marco, saggio inedito, è il testo della relazione tenuta al Convegno internazionale Marco Aurelio: storia di un monumento e del suo restauro, promosso dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, dal Comune di Roma e dall’Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia e Storia dell’Arte in Roma, Complesso di San Michele, Roma, 13-15 aprile 1986, i cui atti sono stati pubblicati a cura di A. Melucco Vaccaro, A. Sommella Mura, Milano 1989.

8. Il contributo di Cesare Brandi alla moderna storia della conservazione è il testo della relazione presentata con il titolo Cesare Brandi’s Contribution to the Modern History of Restorationall’International Symposium Cesare Brandi and the Development of Modern Conservation Theory, New York, 4 ottobre 2006, i cui Atti sono stati pubblicati a cura di G. Basile, S. Cecchini, Saonara (Pd) 2011, pp. 23-28.

9. Una nuova lettura dell’archeologia attraverso il paesaggio è stato pubblicato in Cesare Brandi e la Sardegna. Archeologia e paesaggio, Atti del Convegno di studi, Castelsardo, 10 settembre 2007, a cura di B. Billeci, S. Gizzi, Roma 2010, pp. 51-62.

10. Archeologia e qualità della vita, dopo il declino dell’assalto edilizio e l’insorgenza dei nuovi rischi è stato pubblicato in Memorabilia: il futuro della memoria. Beni ambientali, architettonici, archeologici, artistici e storici in Italia, 1, Tutela e valorizzazione oggi, a cura di F. Perego, Roma-Bari 1987, pp. 148-154.

11. Il tempo accelerato del degrado dei manufatti archeologici. Strategie di difesa è il testo, inedito, della relazione presentata al Convegno Il tempo e la conservazione dei Beni culturali, Viterbo, 27 settembre 2005.

12. Pallottino di fronte alle nuove strade dell’archeologia è stato pubblicato in Massimo Pallottino a dieci anni dalla scomparsa, Atti dell’Incontro di studio, Roma, 10-11 novembre 2005, a cura di L.M. Michetti, Roma 2007, pp. 155-164.

Forse ti interessa anche
  • Mosaico e opus sectile in età antica: storia, tecniche, conservazione
    Licia Vlad Borrelli
    2016, pp. 200
    € 22,00 -15% € 18,70
  • Storia, tecniche, conservazione
    Licia Vlad Borrelli
    2015, pp. 256
    € 25,00 -15% € 21,25
  • I metalli nel mondo antico: storia, tecnologia, conservazione
    Licia Vlad Borrelli
    2014, pp. 172
    € 19,00 -15% € 16,15
  • Licia Vlad Borrelli
    2010, pp. 328
    € 28,00 -15% € 23,80