I documenti di Liazaro, notaio vescovile di Feltre e Belluno (1386-1422)

A cura di Gian Maria Varanini e Carlo Zoldan
Collana: Fonti per la storia della Terraferma veneta, 28
Pubblicazione: Dicembre 2011
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 416, 8 tavv. f. t., 17x24 cm, ril.
ISBN: 9788883347580
€ 45,00 -15% € 38,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 38,25

Vengono pubblicati in questo volume alcune centinaia di documenti del Trecento e dei primi del Quattrocento pertinenti alle diocesi di Belluno e Feltre, rette nel medioevo, per circa due secoli e mezzo, da un solo vescovo. È la prima volta che Belluno e Feltre entrano in questa collana e la circostanza si spiega con il fatto che il patrimonio delle fonti documentarie medievali del Veneto è assai piú ricco per i grandi centri urbani della fascia pedemontana e per i loro territori, di quanto non sia per le due città alpine.

La fonte qui pubblicata, in effetti, evidenzia la peculiarità di quella che oggi costituisce la Provincia di Belluno ed è ricca di insegnamenti. Attraverso lo specchio della documentazione redatta da Liazaro, che è notaio e chierico ad un tempo, per conto dei vescovi di Feltre e Belluno, in special modo del vescovo Antonio Naseri, emerge la realtà ambientale e sociale dei due piccoli centri urbani, dominati dall’aristocrazia che controlla attentamente le istituzioni ecclesiastiche e ne riceve benefici e investiture. Cosí come ci appaiono sullo sfondo le campagne, le montagne, gli alpeggi della val Belluna e del Feltrino, nonché della Valsugana e del Tesino, oggi appartenenti (sotto il profilo civile ed ecclesiastico) al Trentino ma allora parte integrante ed anzi preponderante della diocesi di Feltre.

Ma se questo è lo scenario geografico e sociale tipico delle due piccole città alpine, si sente anche la forte influenza dei poteri politici dei grandi centri della pianura padana. In quei decenni infatti Padova è governata dai da Carrara, mentre Milano è in mano viscontea; e siamo nel breve ma importante periodo nel quale i signori di Milano dominarono quasi tutto il Veneto, Treviso esclusa. La spregiudicatezza con la quale vengono gestiti i beni ecclesiastici e la contiguità tra il vertice della chiesa di Feltre e Belluno e i suoi sponsors politici; la miriade di preti e di chierici che a Padova, a Feltre, a Belluno si affollano attorno agli altari e alle cappelle; le ‘infornate’ di ragazzini e di giovanissimi per i quali padri potenti e famelici chiedono prebende e chiericati, è davvero impressionante e ci suggerisce istruttive comparazioni con una situazione odierna molto diversa, in cui i rapporti tra la società, lo stato e le istituzioni ecclesiastiche sono rappresentati da una positiva collaborazione.

  • Presentazione, di Marino Zorzato (p. vii-viii)
  • Nota introduttiva, di Gian Maria Varanini (p. ix-xlvi)
  • Descrizione e storia del manoscritto, di Donatella Bartolini (p. xlvii-l)
  • Criteri di trascrizione e di edizione, di Gian Maria Varanini e Carlo Zoldan (p. li-lii)
  • I documenti di Liazaro, notaio vescovile di Feltre e Belluno (p. 1-316)
  • Indici
    • Elenco dei documenti editi e regestati
      Indice dei documenti editi e regestati, in ordine cronologico
      Indice delle tipologie documentarie
      Indice dei notai rogatari e dei notai citati
      Indice delle chiese, dei monasteri e delle residenze vescovili
      Indice delle ville e territori nei quali sono ubicati feudi e beni fondiari
      Indice dei canonici delle cattedrali di Feltre e Belluno
      Indice dei chierici promossi agli ordini sacri
      Indice dei cittadini notabili di Feltre e Belluno
      Indice dei testimoni dei documenti rogati a Padova
      Indice dei testimoni dei documenti rogati a Feltre
      Indice dei testimoni dei documenti rogati a Belluno
      Indice delle tavole fuori testo

Saggi introduttivi di Gian Maria Varanini e Donatella Bartolini

Gian Maria Varanini

Gian Maria Varanini insegna Storia medievale all’Università di Verona. Si interessa di storia politica e sociale del tardo medioevo, di storia della storiografia, di fonti documentarie medievali.

Forse ti interessa anche