Il contributo di Giovanni D’Anna allo studio della letteratura latina

A cura di Antonio Marchetta
Collana: Istituto Nazionale di Studi Romani. Supplementi, 3
Pubblicazione: Luglio 2012
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 148, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883349270
€ 20,00 -15% € 17,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 17,00

L’8 Dicembre del 2008 si è spento Giovanni D’Anna, professore di Letteratura Latina alla «Sapienza» di Roma e membro delle più prestigiose istituzioni culturali. Per onorare la memoria del Maestro, colleghi e amici, presso l’Accademia dell’Arcadia e l’Istituto Nazionale di Studi Romani, hanno promosso due giornate sul contributo fornito da D’Anna allo studio di poeti e prosatori latini. In un articolato panorama i relatori hanno fatto emergere alcuni percorsi tematici privilegiati, ai quali D’Anna ha nel tempo rivolto maggiormente le proprie cure, come testimoniato dalla sua ricchissima bibliografia allegata in appendice. In primo luogo il filone costituito dalle dichiarazioni programmatiche ed estetiche, dalle polemiche letterarie degli stessi scrittori latini; dopo il saggio giovanile su Le idee letterarie di Suetonio, D’Anna ha dedicato la sua attenzione ai poeti augustei: egli ha così potuto ricostruire l’avvincente dinamica che dalle istanze affermatesi col neoterismo conduce ai nuovi e più maturi ideali della classicità. A tali ricerche si affianca il filone relativo agli orientamenti programmatici della storiografia latina, nella quale D’Anna ha saputo illustrare la vocazione (emersa sin dagli inizi e culminata in Tacito) ad armonizzare quelli che nel mondo greco erano indirizzi contrapposti e fra loro polemici. Naturalmente altri poli tematici sono stati evidenziati: Cicerone, filosofo nonché critico e storico della letteratura; gli scrittori arcaici, quali ad esempio Pacuvio; l’Eneide, con le connesse problematiche di natura letteraria e archeologica concernenti le varie configurazioni del mito sulle origini di Roma.

Il volume si pone non solo come un bilancio sui risultati di una straordinaria vita di ricerca, ma anche come un prezioso punto di riferimento per nuovi traguardi.

  • Presentazione, di Paolo Sommella (p. 7)
  • I. I Poeti
    • Leopoldo Gamberale, Introduzione alla giornata su Giovanni D’Anna organizzata dall’Arcadia (p. 11-15)
    • Giuseppe Aricò, Giovanni D’Anna e il teatro romano arcaico (p. 17-34)
    • Antonio Marchetta, Giovanni D’Anna e le Bucoliche di Virgilio (p. 35-44)
    • Annamaria Taliercio, Giovanni D’Anna studioso di Orazio (p. 45-52)
    • Giancarlo Mazzoli, Gli studi di Giovanni D’Anna sulla recusatio-excusatio (p. 53-64)
    • Michele Coccia, Aspettando la mano… (p. 65-67)
  • II. I Prosatori
    • Antonio Marchetta, Introduzione alla giornata su Giovanni D’Anna organizzata dall’Istituto Nazionale di Studi Romani (p. 71-73)
    • Mario Mazza, Giovanni D’Anna studioso della storiografia romana di età repubblicana: note di lettura (p. 75-84)
    • Leopoldo Gamberale, Gli studi ciceroniani di Giovanni D’Anna (p. 85-91)
    • Paolo Sommella, Lavinium, Enea, Indiges. Alcune considerazioni (p. 93-108)
    • Annamaria Taliercio, Studi suetoniani (p. 109-113)
    • Antonio Marchetta, Giovanni D’Anna studioso di Tacito (p. 115-128)
  • Bibliografia di Giovanni D’Anna (p. 129-138)

Atti delle Giornate promosse dall’Accademia dell’Arcadia (Roma, 20 novembre 2009) e dall’Istituto Nazionale di Studi Romani (Roma, 7 dicembre 2010)

Forse ti interessa anche