Forme del politico tra Ottocento e Novecento

Studi di storia per Raffaele Romanelli

A cura di Emmanuel Betta, Daniela Luigia Caglioti ed Elena Papadia
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 324, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9788883349393
€ 26,00 -15% € 22,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,10
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9788867280278
€ 17,99
Acquista Acquista Acquista

I quindici studi di storia dell’Ottocento e del Novecento presentati in questo volume sono stati pensati e scritti per festeggiare Raffaele Romanelli e la sua attività di studioso e ricercatore in occasione del suo settantesimo compleanno.

I sistemi liberali ottocenteschi, il fascismo e le transizioni di regime rappresentano gli snodi principali attorno ai quali si muovono i saggi qui raccolti, che combinano in modo originale e in un continuo dialogo con il presente storia della società, del diritto, della politica e della cultura, mescolandoli con un approccio comparativo. La loro varietà vuole essere testimonianza allo stesso tempo dei molteplici interessi e curiosità intellettuali di Raffaele Romanelli, della sua pratica storiografica e del suo insegnamento.

  • Emmanuel Betta, Daniela Luigia Caglioti, Elena Papadia, Premessa (p. 7-9)
  • Stato, istituzioni e partiti politici
    • Rui Branco, State and Politics in Liberal Portugal (1834-1890) (p. 13-43)
    • William Klinger, Dall’autonomismo alla costituzione dello Stato: Fiume 1848-1918 (p. 45-60)
    • Mariapia Bigaran, Alcide De Gasperi e le autonomie: il Trentino dall’Austria all’Italia (p. 61-76)
    • Daniela Luigia Caglioti, Sicurezza, diritti, libertà civili: appunti da una ricerca sul trattamento dei cittadini di nazionalità nemica durante la Prima guerra mondiale (p. 77-95)
    • Giulia Albanese, Dittature. La creazione di un nuovo regime in Italia, Spagna e Portogallo (p. 97-116)
    • Yannick Beaulieu, La spia, il fascista, il magistrato. Il controllo della magistratura durante il regime fascista (p. 117-130)
    • Emmanuel Betta, Note sulla storia dell’articolo 553 del Codice penale italiano (p. 131-152)
    • Luca Polese Remaggi, Democratici di sinistra. Dirigismo e occidentalizzazione della Repubblica (1956-1963) (p. 153-172)
    • Carolina Castellano, La storia nelle transizioni post-comuniste. Note sul caso tedesco (p. 173-186)
  • Miti, cultura e identità
    • Bruno Spaepen, «La Caserma della Scala». Il 1848 e i teatri milanesi (p. 189-204)
    • Barbara Armani, Essere e sentirsi ebrei alle soglie del Novecento. Spunti di riflessione intorno a Felice Momigliano (p. 205-221)
    • Elena Papadia, Un crinale incerto: fascismo, afascismo, antifascismo nell’esperienza di Luigi Russo (p. 223-244)
    • Giuseppe Finaldi, Asmara: World Heritage or Fascist Legacy? (p. 245-262)
    • Lidia Santarelli, Il Kitsch dell’Europa: Mario Praz e la Grecia come luogo di una modernità anomica (p. 263-300)
    • Nico Randeraad, Commemorating the Dutch Republic. The Politics of Urban Identity (p. 281-300)
  • Bibliografia degli scritti di Raffaele Romanelli (p. 301-308)
  • Indice dei nomi (p. 309-319)
  • Gli autori (p. 321-323)
Forse ti interessa anche