Dal cantiere dei Ss. Quattro Coronati a Roma

Note di storia e restauro per Giovanni Carbonara

A cura di Lia Barelli e Raffaele Pugliese
Collana: Fuori collana
Pubblicazione: Novembre 2012
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 240, 120 ill. col. e b/n, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788883349881
€ 30,00 -5% € 28,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 28,50

Il volume raccoglie alcuni saggi nati nell’ambito del Programma di restauro del chiostro del complesso monumentale dei Ss. Quattro Coronati a Roma, portato avanti dal 1999 con la supervisione scientifica di Giovanni Carbonara e la direzione scientifica di Lia Barelli. L’occasione della pubblicazione è il settantesimo compleanno di Giovanni Carbonara, per tutti gli autori guida insostituibile e sprone all’attività di ricerca.

L’aspetto interdisciplinare del Programma e la natura stessa del monumento, che raccoglie in sé testimonianze dall’antichità romana ai giorni nostri, spiegano la differente e specialistica natura dei saggi che spaziano dalla storia dell’architettura e dell’arte al restauro, dall’archeologia alla paleobotanica, all’archeozoologia e alla ceramologia. Obiettivo comune è, però, una ricostruzione della storia complessiva e complessa che il monumento sia documenta in sé sia sottende attraverso le fonti materiali in esso sedimentate. E questo non solo per una acquisizione di conoscenza da parte della coscienza collettiva, che impone dunque la conservazione, ma anche come imprescindibile base per un’azione corretta di restauro.

  • Presentazione di Madre Chiara Palmosi, Priora del Monastero agostiniano dei Ss. Quattro Coronati (p. 7)
  • Introduzione di Paola di Manzano (p. 9-10)
  • Un cantiere interdisciplinare di restauro di Lia Barelli (p. 11-22)
  • Linee guida al progetto (1999) di Giovanni Carbonara (p. 23-24)
  • Francesca Alhaique, Ricette dal monastero: cosa raccontano i reperti faunistici dell’inizio del XVII secolo (p. 25-42)
  • Michele Asciutti, Per un’archeologia del moderno: il portico ovest del giardino (p. 43-52)
  • Lia Barelli, Il supposto palatium dormidorii: analisi storico-tecnica in vista di un auspicabile restauro (p. 53-74)
  • Sabina Carbonara Pompei, Federica Papi, L’altare di S. Sebastiano: indagine storiografica, ricerca d’archivio e analisi stilistica (p. 75-88)
  • Letizia Cenci, Il ritrovamento di statuine fittili nello scavo della biblioteca: una proposta di studio (p. 89-95)
  • Carolina De Camillis, L’illuminazione del chiostro: evoluzione di un progetto alla luce delle nuove tecnologie (p. 97-106)
  • Elisabetta Giorgi, Francesca Matera, Il restauro della cornice cosmatesca del chiostro (p. 107-122)
  • Alessandra Guiglia Guidobaldi, Roberta Flaminio, Una rilettura dell’arredo liturgico altomedievale attraverso i recenti ritrovamenti (p. 123-140)
  • Alessia Masi, Laura Sadori, Raffaele Pugliese, Il contributo degli studi archeobotanici alle indagini archeologiche: l’esempio dello scavo dell’ex portico (p. 141-154)
  • Laura Morgante, Il materiale lapideo del chiostro: analisi preliminare per il progetto di restauro (p. 155-164)
  • Raffaele Pugliese, Studio archeologico del riempimento dei rinfianchi della volta del chiostro (p. 165-169)
  • Stefania Sirolli, Le maioliche del butto della biblioteca: primi risultati di studio (p. 171-184)
  • Illustrazioni (p. 185-237)
  • Profilo degli autori (p. 238-239)
Forse ti interessa anche