Montecassino e la Riforma Gregoriana

L’Exultet Vat. Barb. lat. 592

Lucinia Speciale
Collana: Studi di arte medievale, 3
Pubblicazione: Giugno 1991
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 278, 80 ill., 8 tav., 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788885669154
€ 30,00 -15% € 25,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 25,50

Nell’XI secolo Montecassino fu uno dei centri propulsori del pensiero riformato. In particolare, è possibile riconoscere un’impronta originale dell’abbazia nel più significativo intervento promosso dalla Riforma in Italia meridionale: l’imposizione della liturgia di tradizione romana contro quella ambrosiana in uso nell’area beneventana. Direttamente connessa a questo episodio fu la redazione di libri liturgici rigorosamente emendati all’uso romano e l’origine di una nuova recensione illustrata del ciclo dell’Exultet, nel cui processo di formazione è possibile distinguere la dimensione figurativa che le scelte culturali cassinesi avrebbero avuto nel trentennio in cui l’abbazia fu diretta da Desiderio.

Il libro analizza tre rotoli prodotti a Montecassino nella seconda metà dell’XI secolo – e con particolare attenzione il frammento di Exultet Vat. Barb. lat. 592 – per decifrare l’insieme delle suggestioni che confluirono nel ciclo “riformato” dell’Exultet e analizzare le linee del contributo cassinese alla Riforma Gregoriana.

  • Nota dell’autore
  • Introduzione, di Francesco Gandolfo
  • Montecassino e la Riforma Gregoriana
    • La riforma dell’Exultet. Il manoscritto. I caratteri decorativi: le iniziali e le scritture d’apparato. Il testo e la notazione. Il ciclo illustrato: la «Praefatio». La «Laus cerei». Genesi e motivi d’ispirazione del ciclo riformato. Analisi stilistica. Per una proposta di datazione. Montecassino, Bisanzio, Roma.
  • Illustrazioni
  • Il rotolo ed il ciclo iconografico originale, prospetto di ricostruzione
  • Il testo
  • Indice delle opere citate
  • Referenze fotografiche

Introduzione di Francesco Gandolfo

Lucinia Speciale

Lucinia Speciale è professoressa di Storia della miniatura presso l’Università di Lecce.

Forse ti interessa anche