Per Giuseppe Mazzariol

A cura di Manlio Brusatin, Wladimiro Dorigo, Giovanni Morelli
Collana: Quaderni di Venezia Arti, 1
Pubblicazione: Giugno 1992
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 326, 192 ill. b/n e col., 19 tav. col. f.t., 20x27 cm, bross.
ISBN: 9788885669215
€ 44,00 -15% € 37,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 37,40

Il volume raccoglie contributi e testimonianze della giornata di studio tenutasi l’11 maggio 1990 per ricordare Giuseppe Mazzariol (1922-1989), storico dell’arte e primo direttore del Dipartimento di storia e critica delle arti dell’Università di Venezia. Le intenzione della giornata esulavano da qualsiasi proposito celebrativo; in essa si riassumevano invece le ragioni di testimonianze individuali diverse – storici e critici dell’arte, ma anche artisti contemporanei che con Mazzariol ebbero lunga e affettuosa consuetudine – tese a offrire il ricordo di esperienze vissute accanto a un uomo di poliedrica personalità intellettuale e operativa e di generosa disponibilità umana

  • Wladimiro Dorigo, Introduzione (p. 7)
  • Testimonianze di Giovanni Castellani (p. 11), Luigi Ruggiu (p. 12-14), Vincenzo Fontana (p. 15-16), Lionello Puppi (p. 17-19), Egle Renata Trincanato (p. 20-23), Paolo Costa (p. 24-29), Francesco Orlando (p. 30-31), Andrea Zanzotto (p. 32-34), Zoran Music (p. 35), Mario Botta (p. 36-38)
  • Ricordi (p. 39-59)
  • Bibliografia di Giuseppe Mazzariol a cura di Martina Mazzariol e Biancamaria Tagliapietra (p. 61-68)
  • Contributi
    • Giulio Carlo Argan, Il De Pictura di Leon Battista Alberti (p. 71-76)
    • Carmelo Alberti, Echi di una cruenta follia. La messinscena secondo Ronconi de «Gli ultimi giorni dell’umanità» di Karl Kraus (p. 77-81)
    • Giuseppe Barbieri, «Non sono amico di tanti perché. Giuseppe Todeschini e le ceneri di Andrea Palladio (p. 82-87)
    • Giorgio Bellavitis, L’isola, il mito, la scomenzera e la velma: tracce per una storia territoriale di S. Giorgio Maggiore (p. 88-94)
    • Franco Bernabei, Moderno e contemporaneo (Bettini per Mazzariol) (p. 95-99)
    • Susanna Biadene, Le feste per i Conti del Nord: «ironico e malinconico» crepuscolo del rococò (p. 100-103)
    • Franca Bizzotto, Gino Cortellazzo fra astratto e figurativo (p. 104-107)
    • Maurizio Bonicatti, Una protoformazione dell’inconscio: la Bildung di Minosse (p. 108-111)
    • Fabrizio Borin, Quando la lanterna è realmente magica (p. 112-115)
    • Rossana Bossaglia, Una mostra mancata e un inedito di Faruffini (p. 116-118)
    • Manlio Brusatin, Colore in archi-pittura (p. 119-123)
    • Assunta Cuozzo, Notizie sul restauro di due bassorilievi di Canova (p. 124-125)
    • Attilia Dorigato, Storie di collezionisti a Venezia: il residente inglese John Strange (p. 126-130)
    • Wladimiro Dorigo, Il processo creativo di Alberto Viani (p. 131-135)
    • Massimo Gemin, I palazzi della prima Rinascenza sul Canal Grande (1453-1529) (p. 136-140)
    • Giovanni Lorenzoni, Un contemporaneista interpreta San Vitale di Ravenna (p. 141)
    • Pierpaolo Luderin, «Dove vai?» - «Verso l’Oriente». Esotismo ed erotismo nell’Art pompier (p. 142-146)
    • Corrado Maltese, Studi sulla quantificazione dello stato di conservazione di un’opera d’arte e della relativa standardizzazione (p. 147-149)
    • Nicola Mangini, Goldoni in Francia: Il Théâtre Italien (p. 150-154)
    • Eugenio Manzato, Un inedito ciclo trevigiano di Giovan Battista Canal (p. 155-156)
    • Dino Marangon, Virgilio Guidi: il periodo romano. Appunti sulla catalogazione del corpus dell’opera pittorica (p. 157-160)
    • Sergio Marinelli, La secessione veronese (p. 161-162)
    • Emanuele Mattaliano, Benvenuto Tisi detto il Garofalo: originali, repliche, copie. Alcune esemplificazioni (p. 163-166)
    • Linda Mavian, Interventi di restauro architettonico nella Venezia dell’Ottocento: il fondo archivistico Prefettura dell’Adriatico (p. 167-170)
    • Fernando Mazzocca, La ricompensa di Polimnia: creazione e vicende di un capolavoro di Antonio Canova (p. 171-177)
    • Ettore Merkel, Commessi di Benedetto Corberelli a Venezia (p. 178-182)
    • Giovanni Morelli, Per una volta ancora in lode della razza (p. 183-188)
    • Giovanna Nepi Scirè, Due dipinti ritrovati di Giovanni Antonio Fumiani e Gregorio Lazzarini provenienti dalla Scuola Grande di Santa Maria della Carità (p. 189-190)
    • Loredana Olivato, Il carcere dei venti: Villa Eolia a Costozza (p. 191-194)
    • Terisio Pignatti, Riflessioni sulla Sommersione del Faraone di Tiziano (p. 195-197)
    • Renato Polacco, Aldo Andreolo, pittore veneziano del secondo ’900 (p. 198-201)
    • Lionello Puppi, Una lettera inedita di David (p. 202-204)
    • Arturo Carlo Quintavalle, Per un’Eva di Wiligelmo a Cremona (p. 205-210)
    • Fernando Rigon, Da Palladio a Scamozzi: dal mito alla scienza (p. 211-215)
    • Giandomenico Romanelli, Progetti e disegni di Francesco Bosa, scultore (p. 216-219)
    • Paola Rossi, Due aggiunte al catalogo delle opere veneziane di Bernardo Falconi (p. 220-222)
    • Erich Steingräber, Appunti sugli esordi artistici di Santomaso (p. 223-227)
    • Ranieri Varese, Un Garofalo perduto / un Ciampi ritrovato (p. 228-230)
    • Raffaella Vendramin, L’introduzione del neogotico in Ungheria e il restauro della chiesa «Mattia» a Budapest (p. 231-233)
    • Francesca Zanella, Luigi Trezza e l’idea della villa tra XVIII e XIX secolo (p. 234-237)
  • Illustrazioni (p. 239-326)
  • Omaggi: Corrado Balest, Ida Barbarigo, Vittorio Basaglia, Mario Botta, Stefan Buzas, William Condgon, Marc De Suvero, Luciano Gaspari, Luciano Gemin, Carlo Guarienti, Oscar Kogoi, Gino Morandis, Zoran Music, Ocatvian Olariu, Valeriano Pastor, Armando Pizzinato, Aldo Rossi, Marilena Sassi, Emilio Vedova (19 tavv. f.t.)
  • Ringraziamenti - Referenze fotografiche - Abbereviazioni di maggior uso
Forse ti interessa anche