Bisanzio e l’Occidente: arte, archeologia, storia

Studi in onore di Fernanda de’Maffei

Collana: Fuori collana
Pubblicazione: Maggio 1996
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 663, 359 ill. b/n, 17x24 cm, bross.
ISBN: 9788885669444
€ 65,00 -5% € 61,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 61,75

Fernanda de’Maffei ha tenuto per lunghi anni la cattedra di Storia dell’arte bizantina all’Università «La Sapienza» di Roma.

Per festeggiare i suoi 75 anni, questo volume raccoglie 37 contributi di allievi, amici e colleghi, organizzati in due sezioni che rispecchiano gli interessi scientifici della de’Maffei.

Nella prima, “Costantinopoli e il mondo orientale”, vengono esaminati vari aspetti della cultura artistica bizantina; i saggi della seconda, “Bisanzio, l’Italia, l’Europa”, sono dedicati all’arte occidentale altomedievale e romanica e ai suoi rapporti con Bisanzio.

  • Tabula gratulatoria (p. v-vi)
  • Premessa (p. xi-xii)
  • Introduzioni:
    • Mara Bonfioli (p. xiii-xv)
    • Raffaella Farioli Campanati (p. xvii-xviii)
    • Antonio Garzya (p. xix-xxi)
  • Scritti di Fernanda de’ Maffei (p. xxiii-xxvii)
  • Abbreviazioni (p. xxix-xxxi)
  • Costantinopoli e il mondo orientale
    • Maria Elisa Micheli, Eikonidia di Giuliano l’Apostata (p. 3-16).
    • Albrecht Berger, Tauros e Sigma. Due piazze di Costantinopoli (p. 17-31).
    • Ioanna Zervoù Tognazzi, Propilei e Chalké, ingresso principale del Palazzo di Costantinopoli (p. 33-59).
    • Marina Milella, I propilei della Santa Sofia teodosiana: continuità e trasformazione nella decorazione architettonica costantinopolitana del V secolo (p. 61-78).
    • Claudia Barsanti, Alessandra Guiglia Guidobaldi, Premessa ad un catalogo della scultura della Santa Sofia di Costantinopoli (p. 79-104).
    • Asnû Bilban Yalçin, Alcune osservazioni sul decoro scultoreo e musivo delle chiese protobizantine di Cnido in Caria (p. 105-128).
    • Andrea Paribeni, Osservazioni su alcune chiese paleobizantine della Licia (p. 129-145).
    • Enrico Zanini, Ricognizione archeologica in Siria: il sito di Hawwarin (p. 147-160).
    • Raffaella Farioli Campanati, Sull’origine tessile di alcuni temi del repertorio musivo pavimentale del Vicino Oriente in epoca protobizantina (p. 161-171).
    • Michele Piccirillo, Iconofobia o iconoclastia nelle chiese di Giordania? (p. 173-191).
    • Alessandra Acconci, Su alcuni lacerti pittorici di Umm er-Rasas – Kastron Mefaa (p. 193-205).
    • Lidia Perria, La scrittura degli Ottateuchi fra tradizione e innovazione (p. 207-229).
    • Giulia Grassi, L’ecclesiola nel Tesoro di San Marco a Venezia: indagine preliminare (p. 231-246).
    • Elena Marcato, Momenti del rapporto testo-immagine nel ciclo pittorico della chiesa della Vergine Peribleptos di Ocrida (p. 247-256).
    • Mauro Della Valle, Note sulla decorazione dei codici cartografici nell’età dei Paleologi (p. 257-273).
    • Francesco Gandolfo, Il convento di Kirants (p. 275-284).
    • Italo Furlan, Osservazioni preliminari sull’edificio cupolato della cittadella di Diyarbakir (p. 285-296).
    • Michele Bernardini, Un’ambasceria del Tàkvur di Costantinopoli alla corte di Tamerlano. Riflessioni sul «Cesare» di Rûm nelle fonti timuridi (p. 297-304).
  • Bisanzio, l’Italia, l’Europa
    • Gioia Bertelli, Ampolline-reliquiario dalla cattedrale di Benevento (p. 307-321).
    • Maria Vittoria Marini Clarelli, La controversia nestoriana e i mosaici dell’arco trionfale di S. Maria Maggiore (p. 323-344).
    • Antonio Iacobini, Il sacello di San Gregorio a Rimini e i suoi mosaici. Documenti per un monumento perduto (p. 345-373).
    • Patrizio Pensabene, Capitelli bizantini e bizantineggianti della cripta del duomo di Trani (p. 375-408).
    • Marina Falla Castelfranchi, Pitture “iconoclaste” in Italia meridionale? Con un’appendice sull’oratorio dei Quaranta Martiri nella catacomba di Santa Lucia a Siracusa (p. 409-425).
    • Wladimiro Dorigo, Croci petrinee e laterizie medioevali in esterni: Ravenna, Pomposa, Venezia (p. 427-442).
    • Mario D’Onofrio, Elementi benedettino-cassinesi nell’architettura romanica del basso Lazio (p. 443-454).
    • Pina Belli D’Elia, Ripensando alla cattedrale di Taranto, in una sera d’estate (p. 455-478).
    • Patrizia Angiolini Martinelli, Risonanze e coreografie retoriche nella raffigurazione della Lavanda dei piedi degli affreschi di Saint-Martin a Vic (p. 478-491).
    • Valentino Pace, Gli affreschi della grotta di Sant’Angelo di Monte Bove. Un programma devozionale del Duecento abruzzese (p. 493-504).
    • Emma Simi Varanelli, Arte della mnemotecnica e primato dell’immagine negli ordines studentes (p. 505-525).
    • Walter Angelelli, Episodi bizantini tra Lucca e l’Adriatico. Vicende conservative di una inedita Madonna col Bambino (p. 527-539).
    • Peter Seiler, Per un’identificazione del sarcofago a rilievo del sepolcreto scaligero di Verona (p. 541-558).
    • Giovanna Derenzini, Tolomeo tra antico e nuovo: una miniatura del codice Marc. gr. Z. 388 (p. 559-573).
    • Silvia Pasi, Una tavola post-bizantina nella chiesa dei Santi Ippolito e Lorenzo a Faenza (p. 575-583).
    • Marilì Cammarata, Una chiesa da riscoprire: S. Maria di Vico sul lago di Como (p. 585-591).
    • Adele Condorelli, Un San Giovanni Battista di Juan de Borgoña (p. 593-599).
    • Cristina Pantanella, Notizie di alcune antiche immagini francescane italiane da un trattato del frate minorita cappuccino Zaccaria Boverio (p. 601-619).
    • Elisa Debenedetti, Pierre Adrien Pâris e i templi di San Nicola in Carcere. I restauri valadieriani della chiesa di San Nicola tra le aggiunte alla terza edizione di Antoine Balbuty Desgodetz (p. 621-632).
Forse ti interessa anche