Altrove

Viaggi di donne dall’antichità al Novecento

A cura di Dinora Corsi
Collana: I libri di Viella, 15
Pubblicazione: Aprile 1999
Wishlist Wishlist Wishlist
Edizione cartacea
pp. 412, 14x21 cm, bross. (1ª ristampa 2006)
ISBN: 9788885669895
€ 26,00 -15% € 22,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 22,10

Quali sono stati nel corso dei secoli i viaggi delle donne, che cosa li ha resi peculiari e diversi da quelli degli uomini? Domande semplici in apparenza, ma che in realtà chiedono di conoscere le ragioni, i percorsi, gli esiti, le conseguenze di quei viaggi, ed anche chi viaggiava e perché.

Partono in ogni tempo le donne di tutti i ceti sociali e i loro viaggi si collocano spesso a metà fra il distacco volontario e l’impossibilità a fare diversamente, fra la necessità e la fuga e si configurano come la sola risorsa possibile per modificare la propria esistenza.

Attraverso la molteplicità e la ricchezza di epoche, una longue durée ci racconta come fino al XIX secolo le donne abbiano raramente intrapreso viaggi di piacere o di istruzione e come più spesso invece ci siano stati per loro i viaggi della separazione e dello sradicamento: le migrazioni e le emigrazioni, i viaggi al seguito, i viaggi forzati.

Il volume, che raccoglie i contributi del seminario organizzato a Firenze nel febbraio 1998 dalla Società Italiana delle Storiche, mette in luce la composita tessitura del viaggio femminile e ne propone una lettura attraverso l’indagine storica di momenti, di luoghi significanti: quelli della partenza, quelli attraversati e quelli dell’arrivo.

  • Premessa, di Dinora Corsi (p. vii-viii)
  • Dinora Corsi, Introduzione (p. 1-42)
  • I. Separazioni
    • Maria Serena Mazzi, Viaggiare per fuggire. Scelte di riscatto delle donne medievali? (p. 45-61).
    • Emanuela Parisi, «Povere femmine che vanno altrove». Vincoli all’emigrazione e libertà personale fra Sette e Ottocento (p. 63-78).
    • Maura Palazzi, Le molte migrazioni delle donne. Cambiamenti di stato civile e partenze per lavoro in Italia fra Otto e Novecento (p. 79-109).
    • Adriana Dadà, Partire per un figlio altrui: racconti delle balie nel Novecento (p. 111-131).
  • II. Alterità
    • Maria José Strazzulla, Viaggi al seguito, viaggi d’esilio: il caso di Giulia (p. 135-152).
    • Régine Le Jan, Da una corte all’altra. I viaggi delle regine franche nel X secolo (p. 153-173).
    • Elisabetta Garms-Cornides, Esiste un Grand Tour al femminile? (p. 175-200).
    • Catherine Brice, I viaggi della Regina Margherita (p. 201-219).
  • III. Frontiere
    • Elena Giannarelli, Viaggi di rottura e di confine: Tecla di Seleucia (p. 223-240).
    • Raffaella Sarti, Viaggiatrici per forza. Schiave “turche” in Italia in età moderna (p. 241-296).
    • Silvia Mantini, Dalla corte inglese alla tenda dell’harem: il viaggio di Lady Montagu (p. 297-316).
    • Melita Richter Malabotta, Nomadismo del corpo e della mente: donne e frontiere dell’Est europeo (p. 317-333).
  • IV. Ricomposizioni
    • Giuliana Lanata, Viaggi d’amore nella Grecia arcaica (p. 337-346).
    • Anna Beltrametti, Viaggi d’amore e viaggi di guerra: violazioni e vendette. Storia e teatro nel V secolo ateniese (p. 347-363).
    • Christiane Klapisch-Zuber, Viaggi di nozze nel Quattrocento (p. 365-376).
    • Andreina De Clementi, Una ferita profonda. Donne e uomini nell’emigrazione italiana del Novecento (p. 377-387).
  • Indice dei nomi di persona e di luogo (p. 389)

La ristampa del volume (2006) è stata realizzata con il contributo dell’APT-Agenzia per il turismo di Massa Carrara

Forse ti interessa anche