Papa, non più papa

La rinuncia pontificia nella storia e nel diritto canonico

a cura di Amedeo Feniello e Mario Prignano
Collana: La storia. Temi, 105
Pubblicazione: Dicembre 2022
Wishlist Wishlist Wishlist
Scheda in PDF Scheda in PDF Scheda in PDF
Edizione cartacea
pp. 192, 15x21 cm, bross.
ISBN: 9791254691915
€ 25,00 -5% € 23,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 23,75
Edizione digitale
PDF con Adobe DRM
ISBN: 9791254692424
€ 14,99
Acquista Acquista Acquista

Più volte papa Francesco ha parlato della rinuncia al pontificato come di qualcosa che potrebbe verificarsi ancora in futuro (non necessariamente nel “suo” futuro), fino a divenire usuale.

Ora, a quasi dieci anni dal gesto di Benedetto XVI, autorevoli storici, giuristi e osservatori si confrontano su un tema delicatissimo che continua ad attirare l’attenzione del mondo intero, soprattutto perché tuttora privo di qualunque regolamentazione giuridica.

L’esame dei precedenti storici e dell’elaborazione canonistica sviluppatasi prima e dopo Celestino V, offre qui lo spunto per una riflessione che vale anche come proposta da consegnare a chi, nella Chiesa, dovrà decidere e legiferare.

  • Introduzione
  • Roberto Rusconi, La rinuncia pontificia nella storia della Chiesa
  • Paolo Golinelli, L’abdicazione – «gran rifiuto» – di Celestino V
  • Johannes Grohe, «Quondam Papa». La rinuncia al tempo dello scisma d’Occidente
  • Valerio Gigliotti, Pietro del Morrone e Joseph Ratzinger: diritto e teologia tra storia e contemporaneità
  • Roberto Regoli, La novità del papato emerito. Unicità storica o inizio di nuovi tempi?
  • Gianfranco Ghirlanda, La rinuncia al suo munus da parte del Romano pontefice: il canone
  • Geraldina Boni, Prospettive de iure condendo
  • Postfazione
    • Cristiana Caricato, 11 febbraio 2013
    • Massimo Franco, La rinuncia prossima ventura
  • Indice dei nomi

In copertina: Gregorio Preti (attr.), Celestino V rifiuta la tiara, particolare, XVII sec.

Forse ti interessa anche